sabato 27 luglio 2013

Il servizio idrico integrato

L'assessore alla Programmazione Territoriale, Roncuzzi
Approvati due documenti dalla Provincia

Il consiglio provinciale ha votato due ordini del giorno riguardanti entrambi il servizio idrico integrato.

Il primo ordine del giorno, presentato dal capogruppo Tiziana Bandoli e dai consiglieri Daniele Bassi e Secondo Galassi del Pd è stato approvato a maggioranza. Favorevole il gruppo Pd; astenuti i gruppi Fds, Idv, Lega Nord e Sel.

Il secondo ordine del giorno, presentato dai capigruppo Tiziano Bordoni (Fds), Gianluigi Forte (Lega Nord) Gabriele Rossi (Idv), Nicola Staloni (Sel) è stato respinto. Favorevoli i gruppi Fds, Lega Nord e Sel; astenuto il gruppo Idv. Contrario il Pd.

Oltre ai capigruppo Tiziana Bandoli (Pd) e Nicola Staloni (Sel) che hanno presentato i rispettivi ordini del giorno, hanno preso la parola:

Gianluigi Forte, capogruppo Lega Nord: “I due odg sembrano identici ma noi vogliamo l’acqua totalmente in mano pubblica per il Pd l’acqua può essere almeno parzialmente privatizzata.”

Tiziano Bordoni, capogruppo Fds: “Apprezziamo il dibattito interno al Pd tuttavia la gestione mista pubblico privato dell’acqua va abbandonata; pubblico è meglio perché non ricerca il profitto ma l’interesse di tutta la comunità come sancito dalla Costituzione.”

Daniele Bassi, Pd: “Abbiamo proposto di affidare ad Atersir, soggetto istituzionalmente competente, l’incarico di valutare l’affidamento e l’erogazione del servizio, le condizioni di sostenibilità tecnica e finanziaria della gestione.”

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento