giovedì 12 gennaio 2017

Al via la nuova stagione invernale del caffè letterario

A Lugo


In calendario ventitré appuntamenti, da domani, venerdì 13 gennaio al 31 marzo 2017


Il Caffè letterario di Lugo riapre i battenti dopo la pausa natalizia con un nutrito calendario invernale, che vedrà ventitré appuntamenti, in programma da domani, venerdì 13 gennaio alla fine del mese di marzo. Si tratta della XIII edizione della rassegna, che darà spazio come di consueto a diversi generi come la narrativa, la poesia, la storia e l’arte.


Anche quest’anno, come nella scorsa stagione invernale, sarà in programma un piccolo ciclo di cinque incontri conviviali dedicati alla poesia e alla musica curati da Paolo Ravaglia, in cui le opere di grandi compositori, eseguite da allievi e maestri del conservatorio “Giovan BattistaMartini” di Bologna si alterneranno ai versi di grandi poeti raccontati e declamati da poeti e amici del Caffè letterario. Nel corso sella rassegna si susseguiranno inoltre tre mostre pittoriche, che saranno allestite nei locali dell’hotel Ala d’oro. Sarà riproposta anche una maratona letteraria, in collaborazione con l’associazione Entelechia.

La rassegna è stata presentata in conferenza stampa all’hotel Ala d’oro mercoledì 11 gennaio; erano presenti per l’occasione: Davide Ranalli, sindaco di Lugo; Anna Giulia Gallegati, assessora alla Cultura del Comune di Lugo; Patrizia Randi, Claudio Nostri, Marco Sangiorgi, curatori della rassegna; Massimo Berdondini, titolare della cartolibreria Alfabeta di Lugo; Carmine Della Corte, responsabile delle esposizioni della rassegna; Paolo Ravaglia, maestro di musica, responsabile degli appuntamenti musicali.

“Quest'anno il Caffè letterario darà ancora più spazio alla musica, senza dimenticare il cuore della rassegna, che è la presentazione di libri - hanno sottolineato i curatori Patrizia Randi, Claudio Nostri, Marco Sangiorgi -. Cuore e storia che negli anni ci ha connotato nel panorama culturale letterario italiano, come una vera e propria istituzione, tanto che gli autori, appena pubblicata una nuova opera, ci chiamano per chiedere di fare una serata a Lugo. L'armonia dei tanti ingredienti qui presenti, il luogo, ma anche il pubblico che si presenta agli incontri con grande interesse, ci rende forse unici nel panorama italiano”.

“Gli artisti che si sono esibiti lo scorso anno hanno testimoniato il piacere di suonare in questo ambiente accogliente, contraddistinto dalla grande passione per l'arte - ha dichiarato Paolo Ravaglia -. Così quest'anno abbiamo condiviso l'impegno con il conservatorio di Bologna e preparato un ricco programma all’interno della rassegna”.

“Verrà mantenuto il percorso pittorico - ha aggiunto Carmine Della Corte -, un programma slegato da ogni appartenenza culturale, che contiene piuttosto il tentativo di raccontare storie di artisti anche inconsueti”.

“Sono un appassionato fruitore delle importanti iniziative che il Caffè letterario organizza – ha dichiarato il sindaco Davide Ranalli -. L’arricchimento della rassegna, che varca i confini della letteratura per spaziare nelle arti figurative e nella musica, aumenta il prestigio di questo calendario e sicuramente saprà entusiasmare il pubblico degli affezionati e attirare nuove presenze. Ricordiamo che il pubblico negli anni si è arricchito non solo quantitativamente, ma anche per età e provenienza. Un vanto per la nostra città, perché ricordiamo che questa rassegna tiene sempre conto anche della promozione di artisti e fatti lughesi”.

Il calendario invernale di quest’anno inaugura con tre giornate consecutive di appuntamenti, ciascuna con una diversa declinazione e tutte rappresentative delle diverse sfaccettature culturali della rassegna.

Il primo appuntamento si terrà sabato 14 gennaio alle 18 all’hotel Ala d’oro, con l’inaugurazione della mostra pittorica “Storie di corrispondenze nascoste” di Maria Giulia Guerra, che sarà introdotta da Carmine Della Corte.

Domenica 15 gennaio alle 18, sempre all’hotel Ala d’oro, in collaborazione con il conservatorio “Giovan Battista Martini” di Bologna, ci sarà il primo incontro conviviale, un pomeriggio di musica e poesia con i grandi artisti che hanno caratterizzato il Romanticismo: Fryderyk Chopin, Robert Schumann, Franz Liszt nella musica e Giacomo Leopardi, Novalis, Lord Byron nella poesia. Al pianoforte il giovanissimo pianista bolognese Pietro Fresa, leggono Patrizia Randi, Daniele Serafini, Claudio Nostri. Il costo con aperitivo è di 8 euro, 15 euro con cena a buffet.

Lunedì 16 gennaio 21, sempre all’hotel Ala d’oro, ci sarà invece il primo incontro letterario, con il filosofo scrittore Leonardo Caffo, che presenterà il suo saggio “La vita di ogni giorno” (Torino, Einaudi, 2016), un viaggio dentro la filosofia che risponde alle domande fondamentali di ognuno di noi; introduce Giovanni Barberini.

Ospiti dei successivi appuntamenti saranno Massimo Cotto (20 gennaio), Martin Dodman (23 gennaio), Giorgio Ghiotti (27 gennaio), Oliviero Beha (1 febbraio), Davide Sibaldi (5 febbraio), Benedetta Tobagi (17 febbraio), Benedetta Craveri (20 febbraio), Paolo Cognetti (1 marzo), Osvaldo Guerrieri (6 marzo), Marco Martinelli (13 marzo), Marcello Flores (22 marzo), Ernesto Galli Della Loggia (27 marzo), Massimo Donà (31 marzo).

Tutti gli incontri sono offerti gratuitamente al pubblico (escluse le serate conviviali). Il calendario del Caffè letterario è strutturato su una stagione invernale (gennaio-marzo), una primaverile (aprile-giugno) e una autunnale (ottobre-dicembre).

La rassegna è curata ancora una volta da Patrizia Randi, Claudio Nostri e Marco Sangiorgi, che nelle passate stagioni hanno dato prova di grande attenzione alla qualità, riuscendo a portare a Lugo autori e studiosi al centro dell’attualità locale e nazionale.

Le location saranno la sala conferenze e il ristorante dell’hotel Ala d’oro, il Salone Estense della Rocca di Lugo e per una sera anche la sede dell’associazione Entelechia, in via Quarantola, per la maratona letteraria (l’11 marzo).

Il primo ospite del Caffè letterario di Lugo è stato lo psichiatra Paolo Crepet, il 14 gennaio 2005. Da allora, quasi 600 incontri (ad oggi 581) hanno visto protagonisti molti grandi nomi della cultura in tutti i suoi campi. Basti ricordare Tonino Guerra, Philippe Daverio, Gillo Dorfles, Luciano Canfora, Vincenzo Cerami, Folco Quilici, Margherita Hack, Emilio Gentile, Edmondo Berselli, Maurizio Maggiani, Massimo Cacciari.

Dal 2016 il bar della sala conferenze dell’hotel Ala d’oro è dedicato al Caffè letterario, con uno speciale arredamento a tema sulla rassegna. Ogni appuntamento sarà poi arricchito dall’esposizione di mostre, allestite nella hall e ai piani dell’albergo.

L’hotel Ala d’oro è in via Matteotti 56. Per ulteriori informazioni, chiamare lo 0545 22388, email claudio@aladoro.it, oppure consultare il sito internet www.caffeletterariolugo.blogspot.it.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento