giovedì 9 marzo 2017

A capo coperto storie di donne e di veli

Nella biblioteca comunale F.Trisi di Lugo con Giuseppina Muzzarelli 


Appuntamento con l’autrice domani, venerdì 10 marzo alle 17. Ospite anche l’artista Rosetta Berardi


Domani, venerdì 10 marzo alle 17 nella Sala Codazzi della Biblioteca comunale “Fabrizio Trisi” di Lugo Maria Giuseppina Muzzarelli, docente di Storia medievale e Storia del costume e della moda all'Università di Bologna, presenterà il suo libro A capo coperto. Storie di donne e di veli(Bologna, Il Mulino, 2016). Insieme all’autrice interverrà anche l'artista Rosetta Berardi, autrice dell'esposizione "Dietro il volto. L'universale mistero del velo".

Quando si parla di donne velate, subito si pensa allo hijab o agli altri tipi di copertura del capo, o del volto, o dell'intero corpo della donna che sono in uso nel mondo islamico e che, non senza originare polemiche, molte islamiche indossano anche nei Paesi occidentali. Ma la prescrizione alle donne di coprirsi il capo appartiene in pieno anche alla storia dell'Occidente.


Il libro cerca di riscoprire le radici di un costume millenario, documentato dalla Bibbia e dalle statue dell'antica Grecia, dai padri della Chiesa, dalle normative medievali, da innumerevoli testimonianze artistiche e letterarie. Il capo coperto era prerogativa delle donne sposate, era la divisa delle religiose, così come ogni vedova era tenuta a portare il velo del lutto. 

Segno di verecondia e modestia, il velo, leggero quanto simbolicamente carico, era però anche un accessorio alla moda, il complemento fondamentale nello sfoggio di lusso ed eleganza, come ancora oggi può essere il foulard griffato.

Parteciperà all'incontro l’assessore comunale alle Pari opportunità e alla Cultura, Anna Giulia Gallegati.

L’incontro è a ingresso libero. Per ulteriori informazioni, contattare la Biblioteca comunale “F. Trisi” al numero 0545 38556, email trisi@comune.lugo.ra.it.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento