mercoledì 8 marzo 2017

Dalle promesse ai fatti concreti

Le pressanti richieste delle Associazioni artigiane sul Dup

Nei giorni scorsi i Consigli direttivi di Cna e Confartigianato hanno incontrato il Presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna Luca Piovaccari per analizzare il DUP – Documento Unico di Programmazione per gli anni 2017/2019, che si articola in tre assi strategici: (attrattività, sostenibilità e innovazione territoriale) e dovrebbe rappresentare un “momento di scelta” rispetto alla molteplicità di necessità e bisogni da soddisfare e alla limitatezza delle risorse da investire.


Cna e Confartigianato, con il senso di responsabilità che da sempre le contraddistingue anche nei confronti delle scelte e delle politiche per lo sviluppo del territorio che le istituzioni hanno messo in atto in questi anni, considerano il DUP presentato non adeguato rispetto ai bisogni e alle necessità che il sistema delle imprese e del mondo del lavoro più in generale richiederebbe.

I Presidenti di Confartigianato Lara Gallegati e di Cna Mario Betti infatti nei loro interventi, hanno evidenziato la mancanza di una visione di lungo termine sulla realtà economica del nostro territorio, che risente ancora delle difficoltà originate dalla durissima crisi, con una carenza di progettualità sulle azioni da promuovere per lo sviluppo, riconoscendo comunque che nel documento c’è un’apertura sulle necessità di intervenire sulle tematiche dell’impresa e del lavoro.

I Responsabili di Cna e Confartigianato Roberto Massari e Luciano Tarozzi nei loro interventi hanno richiamato l’attenzione su alcuni temi molto importanti per gli imprenditori:

· partendo dalla necessità di investire sulle aree produttive esistenti con interventi che garantiscano riqualificazione, decoro, sicurezza e servizi, impostando immediatamente un progetto simile a quello adottato dal Comune di Imola “Manifacturing Zone Restart” che consenta di impostare un’azione di promozione e marketing territoriale per attrarre investitori e imprese da altri territori e anche dall’estero;

· sicurezza e prevenzione dei reati predatori per la salvaguardia delle imprese e dei cittadini;

· tassazione locale con interventi concreti per ridurre la pressione fiscale, modificando finalmente il regolamento della TARI, in coerenza con le proposte presentate dal Tavolo Provinciale delle Associazioni Imprenditoriali;

· sostegno al progetto “Bassa Romagna Futuro Green”, che le Associazioni artigiane hanno contribuito a costruire, fortemente indirizzato alla riqualificazione energetica del patrimonio edilizio pubblico e privato, e, qui occorre una scelta decisa e radicale nell’impostazione degli strumenti di programmazione urbanistica che favorisca veramente gli investimenti destinati al riutilizzo degli immobili esistenti; questa scelta è l’unica che può realmente tenere in vita i nostri centri storici ed uno dei pochissimi strumenti per far ripartire l’economia della Bassa Romagna;

· promozione turistica del territorio, occorre valorizzare al meglio le ricchezze che abbiamo siano esse storiche, naturali, verificando la possibilità di costruire un rapporto di collaborazione con “IF”, la società pubblico-privata di promozione turistica dei territori di Imola e Faenza.

I Presidenti di Confartigianato e Cna perché il DUP non resti un elenco di buoni propositi, hanno chiesto al Presidente della Bassa Romagna “di passare dalle promesse ai fatti”, impegnandosi da subito sulle priorità, definendo con quali politiche, quali progetti, quali risorse e quali tempi si intende realizzarli.

Per fare questo occorre costituire al più presto, nella struttura organizzativa dell’Unione, un’Area attività produttive, commercio e turismo che si occupi dello sviluppo del territorio e delle imprese e che sia capace, mettendo in atto le decisioni politiche della Giunta, di guidare la programmazione e la progettualità della Bassa Romagna per rivitalizzare l'economia e creare posti di lavoro attraverso progetti per l’innovazione e la ricerca di fondi e risorse dai bandi regionali, nazionali ed europei.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento