martedì 14 marzo 2017

Il parere di Confartigianato e C.N.A sul piano del traffico di Lugo

Riceviamo e pubblichiamo
 
In merito alla bozza di piano traffico presentata nei mesi scorsi dall’Amministrazione Comunale di Lugo e impostata secondo un percorso di continuità rispetto agli ultimi piani del traffico Confartigianato e C.N.A. prendono atto dello sforzo messo in campo per migliorare le condizioni di viabilità, sosta e sicurezza.


La bozza identifica alcuni obiettivi prioritari: la riduzione della pressione del traffico in alcune zone particolari, l’esigenza di prevedere diversi tipi di sosta alcune strade, lo sviluppo di una rete di percorsi per la mobilità alternativa e sostenibile, la riqualificazione di alcune strade e la realizzazione di nuove rotonde (ribadiamo la necessità di prevedere una rotonda all’intersezione Be’Brozzi/Bedazzo/Crociarbasso) che trovano il consenso delle nostre associazioni imprenditoriali.

Per quanto riguarda la sicurezza, i problemi di incidentalità non riguardano la viabilità interna ai circondari storici ma solo specifici punti esterni su cui la bozza di “piano” intende intervenire e su cui non possiamo che essere d’accordo.

In tema di sosta, ribadiamo che l’offerta dei parcheggi per chi frequenta il centro deve rimanere invariata soprattutto in quelle aree del centro che vedono la presenza di attività commerciali e di artigianato di servizio; si propone di intervenire favorendo il ricambio rapido nelle zone a più alta frequentazione (è necessario mantenere a due ore la sosta in Piazza Garibaldi) ed attuando una politica specifica sulla gestione dei permessi a pagamento.

Relativamente alla “raggiungibilità”, ovvero la facilità di accesso viabilistico al centro dalle diverse direzioni, riteniamo che l’attuale “facilità” di penetrazione debba essere mantenuta. Il sistema ciclabile centrale va bene a patto che questo non modifichi l’equilibrio relativo alla sosta soprattutto nelle vie a vocazione commerciale, gli eventuali posti auto soppressi dovranno essere recuperati nelle più immediate vicinanze.


Infine, le scriventi Confartigianato e Cna sottolineano che il nuovo piano dovrà tener conto della multifunzionalità del centro storico, avendo cura di mantenere un quadro di compatibilità con il mercato settimanale, con le iniziative di animazione e tutti gli altri eventi e manifestazioni che si svolgono all’interno dell’area delimitata dall’ex circondario.

CONFARTIGIANATO E C.N.A.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento