venerdì 10 marzo 2017

L'Aeronautica ai tempi della guerra fredda

Racconta nel libro "In bocca al lupo maggiore"


Appuntamento oggi, sabato 11 marzo alle 16.30 al Salone Estense della Rocca con l’autore Flavio Babini


Oggi, sabato 11 marzo alle 16.30 nel Salone Estense della Rocca di Lugo, in piazza Martiri, ci sarà la presentazione del libro In bocca al Lupo, Maggiore (Itaca edizioni, 2015), racconti di vita vissuta in Aeronautica a cura di Flavio Babini.

Indicato in particolare a chi ama l’ebbrezza del volo e lo spirito di avventura, il libro descrive la vita e le avventure di un gruppo di piloti di una base dell’Aeronautica militare italiana durante la Guerra fredda.


I protagonisti sono tredici piloti del 101° Gruppo di Cervia (che usano come nickname i nomi di statisti sovietici come sfida al colosso russo) e l’aereo su cui volano: il G91Y, un caccia-bombardiere-ricognitore costruito dalla Fiat (lo stesso aereo che si trova nel cortile interno del Museo “Francesco Baracca”).

Con Lenin, Stalin, Marx, Kruscev e gli altri, il lettore si trova catapultato a tutta velocità in un mondo ai più sconosciuto, ma affascinante, fatto di severa disciplina, di duro lavoro di addestramento e di ebbrezza del volo, nel quale si realizza uno dei desideri dell’uomo: sentirsi liberi e innalzarsi verso l’alto, da dove ammirare la bellezza della terra e l’immensità del firmamento.

Il libro si articola in dodici racconti ricchi di suspense e humour, in cui rivivono lo spirito goliardico e le rivalità tra i reparti di volo dell’Aeronautica militare di allora.

L’autore Flavio Babini vive a Faenza. Ha comandato il 101° Gruppo presso la base di Cervia nel 1990 e ha svolto incarichi presso la Nato.

L’iniziativa, a ingresso libero, è organizzato dall’associazione “La Squadriglia del Grifo” in collaborazione con il Museo “Francesco Baracca” e con il patrocinio del Comune di Lugo.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento