lunedì 13 marzo 2017

Postitva esperienza della navetta Bologna Ravenna Cervia

Non basta occorre pensare ad altro
Di Gianfranco Spadoni


I dati del navetto Shutle di collegamento tra Bologna, Ravenna e Cervia, confermano non solo un andamento positivo rispetto al precedente anno, ma impongono agli amministratori locali una riflessione generale sul sistema dei trasporti.

E mi rifaccio a un’esperienza portata avanti da Rimini con la quale la citata realtà turistica ha recentemente approfondito la possibilità non solo di mantenere gli attuali collegamenti ferroviari veloci di Trenitalia e di Italo con quella stessa città, ma addirittura si è attivamenteadoperata per aumentare il traffico ferroviario con nuove relazioni anche durante il periodo invernale.

L’estensione delle Frecce sul versante Adriatico rappresenta una delle risposte più appropriate, ma ancora l’obiettivo è molto lontano per l’area romagnola, specie per Ravenna, i cui collegamenti su rotaia sono del tutto inadeguati. L‘alta velocità rappresenta ormai la modalità sulla quale puntare e certamente la risposta non può essere quella di mantenere nella stazione cittadina due sole Frecciebianche, uno in andata e l’altro in ritorno dalla capitale.

Oltre a quanto sopra, resta l’esigenza di migliorare i collegamenti con Bologna i dati del navetto Shuttle confermano la positività derivata da tale modalità di connessione, ma in attesa di migliorare o collegamenti ferroviari veloci come soluzione ottimale, occorre puntare a un servizio stabile di tale navetto per l’intero anno.

Una simile sperimentazione, peraltro a costi molto contenuti e privi di rischio, potrebbe concorrere alla risoluzione del cronico isolamento di Ravenna con la probabile possibilità di trasformare positivamente i dati turistici dei mesi più critici, vale a dire quelli dell’ autunno e dell’ inverno, offrendo qualche opportunità in più alle nostre città d’arte. Indubbiamente l’ipotesi ambiziosa di avere una metropolitana di superficie resta l’obiettivo migliore, ma in tutti i casi, la soluzione alternativa del Shutle permanente potrebbe offrire un risultato altrettanto interessante.​

Gianfranco Spadoni
Consigliere “Civici” Provincia di
Ravenna

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento