martedì 11 aprile 2017

Batteriosi del kiwi disimpegno degli enti pubblici

Riceviamo da Gianfranco Spadoni o e pubblichiamo

Continua la preoccupazione per l’ ondata batteriologica che sta distruggendo letteralmente le piantagioni di kiwi sul nostro territorio provinciale.

Responsabile di questa epidemia è la batteriosi, una malattia che porta alla morte della pianta e al contagio di tutte le altre piante vicine la cui unica soluzione consiste nell’esportazione totale delle parti colpite dal batterio per poi bruciarle al fine di non trasmettere la malattia ad appezzamenti vicini. Si sta verificando un’epidemia molto simile a quella del 2012 che, come si ricorderà, provocò danni e ripercussioni molto serie per il comparto agricolo.

Tra l’altro, oltre alle gravi difficoltà in cui versa da diverso tempo il settore agricolo per la non adeguata remunerazione del prodotto, per i continui rischi dovuti ai fenomeni atmosferici e di siccità, senza dimenticare, poi, il difficile ricambio generazionaledella filiera agro alimentare, si aggiunge questa grave malattia abbattuta sulle piante di questo frutto esotico molto diffuso in Romagna.

Tra l’altro, tenuto conto di questo vero e proprio flagello in atto, si auspicava un interesse diretto da parte degli enti locali per difendere il comparto e portare la questione ai livelli istituzionali superiori, a cominciare dalla Regione fino al governo, ma questo non sta avvenendo con il sufficiente vigore e determinazione. Oltretutto furono finanziate a suo tempo con soldi pubblici delle ricerche al riguardo le quali avrebbero dovuto tracciare linee guida in termini di prevenzione e di cura, ma dei risultati, purtroppo, non si è avuta traccia alcuna.

Si confida, dunque, sulla funzione dei comuni e della provincia affinché possano impegnarsi con determinazione a favore delle imprese colpite al fine di ottenere adeguate risorse per affrontare la devastazione dovuta all’abbattimento delle piantagioni di kiwi, e si confida di conoscere al più presto gli esiti del lavoro di ricerca.

Gianfranco Spadoni
Consigliere “Civici” Provincia di Ravenna

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento