giovedì 13 aprile 2017

Eroi della Grande Guerra

Da sabato 22 aprile al 14 maggio a Lugo



Una serie di iniziative ed eventi che inizieranno Sabato 22 aprile con l’inaugurazione della mostra e si concluderanno domenica 14 maggio.


Per conoscere e ricordare due Medaglie d’Oro della Grande Guerra; Giovanni Bertacchi e Antonio Calderoni.

Nella Grande Guerra la città di Lugo vanta ben quattro Medaglie d’Oro. I più noti sono Francesco Baracca e Aurelio Baruzzi, mentre Giovanni Bertacchi e Antonio Calderoni sono poco conosciuti, anzi si potrebbe dire quasi per niente.

Antonio Calderoni di modesta famiglia lughese, muratore, giovanissimo fu costretto a emigrare in Svizzera. Richiamato alle armi, animato da sentimenti repubblicani, accettò con entusiasmo di partecipare alla guerra. Di carattere gioviale e generoso sia con i compagni che con i superiori, era ben voluto e simpatico a tutti. Per le sue imprese ebbe da subito encomi e decorazioni.

Giovanni Bertacchi apparteneva ad una famiglia colta, borghese e di tradizioni militari. Si può dire che fu lughese “per caso”, infatti nacque a Lugo quando il padre Paolo, tenente di fanteria, prestava servizio presso la locale caserma, in seguito chiamata “Casermone”. Seguì poi gli spostamenti legati alla vita militare del padre.


Nonostante questo la sua famiglia dimostrò sempre un sentimento di affezione alla città di Lugo. Giovanni, giovane universitario, convinto interventista, volle volontariamente partecipare alla guerra. Amava scrivere prose, poesie e articoli giornalistici. Di carattere affabile, aveva un altissimo senso del dovere che lo portava perfino a sacrificare le licenze per non abbandonare i suoi impegni al fronte.

Essi furono accumunati da un medesimo destino: le loro vicende in guerra si svolsero sull’Altipiano di Asiago ed entrambi caddero difendendo strenuamente e valorosamente le posizioni loro assegnate.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento