venerdì 21 aprile 2017

La presentazione del libro Pira e Zaccagnini

All'"estero" ma ci piace

Venerdì 28 aprile, ore 17.30, presso la Sala Don Minzoni del Seminario, piazza Duomo 4 – Ravenna, presenteremo la pubblicazione:

“LA PIRA e ZACCAGNINI : l’utopia in politica”.
Nella pubblicazione :

Alessandro Albertazzi si sofferma sul rapporto tra Giorgio La Pira ed “Il Risveglio”, il periodico, diretto da Eugenio VASINA e voluto da Benigno Zaccagnini, al quale collaborarono tra gli altri i ravennati Lino TARONI, Piero MONTI, Emilio MOLDUCCI, Francesca BORGHI, Luciano BAZZOCCHI, Lino ERRANI, Corrado BARONCELLI, Luciano CAVALCOLI, Gino GAMBERINI, Danilo NAGLIA, Alieto BENINI, Giuseppe SAVIOTTI, Marino BUGLI, Ettore CASADEI, Luigi FOCACCIA, Alvaro FOSCHINI, Agata TAMBURINI, Guido RUFFINI, Luigi RAVAIOLI, Francesco SANTACROCE, Emilio GONDONI, Giordano e Lola MAZZAVILLANI, Pasquale PERDINZANI, Dino BERARDI.

Franco Gàbici ricorda la visita di La Pira, Sindaco di Firenze, a Ravenna nel settembre 1952 per l’ omaggio alla tomba di Dante ed il suo intervento in piazza S. Francesco, poi gli incontri con i seminaristi dell’Arcivescovo Lercaro e quelli con i giovani dell’Azione Cattolica.

Pierluigi Castagnetti commenta lo scambio di lettere tra Zaccagnini e La Pira, sottolineando le affinità elettive tra questi due profeti, le cui anime continuavano a dialogare anche nei periodi in cui non si incontravano.

Il Presidente della Fondazione La Pira, Mario Primicerio, già Sindaco di Firenze, nella prefazione propone il solido rapporto di amicizia e di stima, ma anche la comune fede, la laicità coraggiosa e adulta, esistente tra loro.

Con questa pubblicazione vogliamo ricordare, con Benigno, il 40° anniversario della morte di Giorgio La Pira, la cui causa di beatificazione nella fase romana del procedimento si è quasi completata e quindi passerà presto all’esame della Congregazione per le cause dei santi.

Vi aspetto ed anche questo vuol essere un momento di riflessione sui valori che hanno espresso Giorgio La Pira e Benigno Zaccagnini e che rimangono un punto rigoroso di riferimento per l’impegno politico.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento