giovedì 20 aprile 2017

La Romagna Dantesca e il Mugello vanno in Svezia

Per proporre le tracce dell’esilio del Poeta tra i borghi dell'Appennino a piedi in bike o con il “Treno di Dante”
di Attilio Moroni

Il Treno di Dante alla sua località più alta di Crespino del Lamonre
Prosegue l’intensa attività di diffusione in Europa della conoscenza di Dante e dei luoghi danteschi, in preparazione del 700° della morte del Poeta nel 2021 come già nel 2016 in cinque Paesi e undici città europee.


A piedi nel fascino del nostro Appennino




Una promozione che continua e che sta già dando altri frutti con diversi gruppi dopo i danesi e norvegesi, in arrivo questa primavera da Austria, Germania e Inghilterra.

Il Parco Letterario incontrerà gli appassionati di cultura italiana nella lontana Svezia, grazie alla collaborazione ed ospitalità dei locali Comitati Dante Alighieri e dell’Istituto Italiano di Cultura il 24 a Stoccolma, il 25 a Goteborg e il 26 a Orebro tre eventi “ Dante in Europa verso il 2021” caratterizzati da:

- Una relazione storico letteraria, con lettura di versi di Dante, a cura del prof. Giuseppe Chicchi.- Vice Presidente - La relazione approfondirà le ragioni politiche dell’esilio e i riflessi letterari nella Divina Commedia. Non mancheranno riferimenti al rapporto di amicizia e di stima che legarono Dante a Giotto di cui ricorre il 750° dalla nascita.

- Una relazione di Attilio Moroni- Responsabile Turismo & Eventi -, dedicata alle tante opportunità di visita e conoscenza diretta dei luoghi danteschi e delle eccellenze, ambientali, storiche e artistiche e dell’ospitalità dei nostri territori. Un’immersione nell’Italia del tardo medioevo seguendo le tracce dell’esilio del Poeta tra i borghi del nostro Appennino a piedi in bike o con il “Treno di Dante”

- Una relazione a cura di Valentina Dainelli – Social Manager - dell’Unione dei Comuni del Mugello sulla ricorrenza giottesca del 2017 e sull’imperdibile fascino dell’Appennino Toscano.

- Proiezione di alcuni filmati dedicati ai luoghi dell’esilio ed un raro film del 1911 (L’Inferno), un “Kolossal” ante litteram, ispirato alla prima Cantica, con effetti speciali dell’epoca, recentemente restaurato dalla Cineteca di Bologna.

Per rendere quanto più produttiva la missione in Svezia nella giornata del 24 aprile, presso l’Istituto Italiano di Cultura si svolgerà inoltre un work shop con Agenti di Viaggio, blogger e Tour Operator svedesi per presentare dieci affascinanti Itinerari seguendo le orme lasciate dall’Alighieri nelle sue opere, ai presenti verrà consegnata la brochure “Italia divina sui passi di Dante”

Questi eventi sono possibili grazie alla collaborazione con la Regione Emilia Romagna e con l’Unione dei Comuni del Mugello.



Il fiume, la ferrovia, la strada
Attilio Moroni

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento