giovedì 13 aprile 2017

​L'Aido insegna

Prosegue il​ percorso di formazione e sensibilizzazione sulla cultura del dono
di Lucia Baldini

L'Associazione Italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule sta svolgendo un compito veramente importante presso le scuole secondarie di I° della Bassa Romagna.

L'offerta di una parte del proprio corpo con l'ultimo respiro permette la vita di una persona in difficoltà, chiudendo l'esistenza terrena con un atto di generosità suprema e assoluta. Ecco perchè è importante trasmettere ai giovani questo valore, da condividere con i familiari, affinchè un domani le liste d'attesa si possano assottigliare sempre di più.

Claudia Montanari, la presidente, è andata personalmente nelle scuole, ha incontrato gli alunni delle terze medie della Baracca e dopo la pausa pasquale toccherà alla Gherardi, e agli Istituti di Conselice e Lavezzola. Ovunque, ci racconta, il messaggio è ascoltato con attenzione e interesse ed è molto significativo il fatto che nel recente evento Vinlugo si siano iscritti più di 50 giovani.

Sensibilizzare gli adulti di domani significa formare coscienze responsabili e attente ai bisogni altrui, fornendo quegli strumenti che rendono veramente civile e valida una società. In questo senso gli incontri a cura dei volontari Aido si possono definire un momento fondamentale nella maturazione dei nostri ragazzi, uno stimolo a riflettere sul loro ruolo nel rapporto con gli altri.

Lucia Baldini







Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento