venerdì 14 aprile 2017

Paolo Parmiani a Lugo

Con una foltissima partecipazione, oltre 300 persone !


Le panchine ricevute dal Comune di Lugo non sono bastate, oltre alle sedie distribuite dai padri carmelitani, alcuni sono arrivati con sedie pieghevoli, molte persone sono rimaste in piedi.



Illuminato al fuoco di padelle romane ed un braciere fiammeggiante, il sagrato del Carmine è stato il grembo in cui Paolo Parmiani ha offerto le parole della Passione in dialetto romagnolo.

Alla richiesta degli amici del Circolo Newman "libera il presente", Paolo Parmiani, di cui è Socio Onorario, ha risposto con entusiasmo e passione.
Lo struggimento dei passi della Passione nella lingua "del cuore" ha commosso in un raccoglimento solenne i presenti, stupiti dell'originale presentazione. Originale proprio perchè all'origine di un popolo, "una Mamma. Un Figlio. Un popolo.

Un dialetto che si fa preghiera" ha detto Paolo Parmiani nei giorni scorsi.
"Un dialetto che si fa preghiera. Semplice eppure altissima. Un evento del quale mi sento più spettatore che attore" .

...Chi che starà a udì e ad ascultè?..
l'invito di stare una quarantina di minuti, spegnendo il cellulare, e vivere così, sulle ali di una lingua antica, un racconto che va dritto al cuore, al centro della storia, è riuscito. Il silenzio del sagrato è stato solenne.
Accolti dalle note delle STABAT MATER di Pergolesi, l'atmosfera ha coinciso con le parole scandite da Paolo in una coreografia semplice, fiamme a terra e candele alle finestre, qualche vaso pieno degli ulivi benedetti la domenica.

Cor ad Cor loquitur, è il motto del Cardinal Newman, è stata l'apertura del saluto, al termine, di Paola Paoletti, presidente del Circolo, il cuore parla al cuore. Così il presente di queste ore, ha continuato, ci parla della strage della domenica delle Palme, 45 cristiani copti straziati dalle bombe dell'Isis. Portare la croce e pregare equivale a rischiare la vita.

"Dio ha scelto la via della croce" ha detto Padre Mimmo Meloni, priore dei Carmelitani, davanti a questa drammaticità la preghiera e la benedizione ha rinnovato la bellezza.
"Meravigliato di tanta bellezza" è il saluto di Parmiani davanti alle persone commosse.
"Abbiamo desiderato offrire alla città questa serata in segno di gratitudine" è la coscienza degli amici del Circolo Newman,
e la città ha risposto numerosa e generosa.

a cura del Circolo Newman"libera il presente"

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento