mercoledì 12 aprile 2017

PLAY-OFF femminile serie B Nazionale di tennistavolo

L' ACLI  LUGO brava ma sfortunata a Terni
 di Paolo Caroli
 

Al Pala Tennistavolo di Terni nel week-end scorso si è svolto il concentramento nazionale di play-off serie B femminile, presenti 16 squadre suddivise in 4 gironi da 4, con le prime classificate che accedevano allo scontro diretto per i due posti per la promozione in serie A2.

Il sorteggio non ha favorito l'ACLI LUGO(Caterina Angeli,Annalisa
Castellani,Giorgia Scurtu) inserita nel girone con la favorita S.S.D.
MILANO, le bresciane del Marco Polo e il Duomo Folgore Treviso: le
romagnole  perdono solo dalle milanesi 4/2 giocando alla pari fino in fondo,
che non solo vincono il girone ma terminano nettamente al primo posto negli
scontri finali e promozione in A2. 
 
L'ACLI LUGO vince poi gli altri due incontri superando  nettamente per 4/1
sia le bresciane che le trevigiane, confermandosi più squadra delle altre,
trascinate da una perfetta Caterina Angeli.
 
TT. ACLI LUGO 2 -SSD.MILANO 4
Le romagnole stanno incollate fino al 2-2 poi le milanesi vincono gli ultimi
due incontri.
Per la cronaca Caterina Angeli fresca n.70 del ranking nazionale perde
lottando con la Chieppa(n.54) 3/1 ma vince poi con la  Daniele(n.53) 3/1
macinando l'avversaria(1979) con un gioco impeccabile e senza sbavature;
Giorgia Scurtu(n.215) batte a sorpresa 3/1 la Vassalli(n.163) perde in
chiusura con la Chieppa 3/1 ma a onor del vero senza sfigurare; non ce la fa
Annalisa Castellani(n.203) a strappare un punto e perde con Daniele(3/0) e
con Vassalli(3/0).
 
Alla fine della giornata Caterina Angeli ottiene 5 vittorie su 6, Giorgia
Scurtu 4 su 5 e Annalisa Castellani 1 successo su 5.
 
Molto soddisfatto il coach Catalin Picu della prova delle sue ragazze, una
esperienza utile e un arrivederci alla prossima stagione puntando in alto,
al grande salto in A2, che con un anno di esperienza in più, non è poi una
chimera. 
 
Foto: Annalisa Castellani,Caterina Angeli, Catalin Picu, Giorgia Scurtu.  
 
Paolo Caroli

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento