giovedì 18 maggio 2017

Amianto in degrado a Voltana

Le congratulazioni di Ranalli alla Guardia di Finanaza

Il sindaco di Lugo Davide Ranalli si congratula con gli uomini della guardia di finanza per l’operazione portata a termine a Voltana, che ha portato al sequestro di un'area di circa 20mila metri quadrati sulla quale trovano spazio ben nove capannoni in vario stato di degrado, con coperture in amianto fatiscenti e parzialmente sbriciolate.


“Ho inviato un messaggio personale al comandante provinciale della Gdf, il colonnello Andrea Fiducia, per esprimere il più sentito riconoscimento a tutti gli uomini delle fiamme gialle per l’operazione svolta - ha dichiarato il sindaco Davide Ranalli -. La tutela del territorio è un aspetto fondamentale per il benessere e la salute di una comunità e reati ambientali come l’abbandono di amianto non possono restare impuniti”.

Il Comune di Lugo, attraverso le segnalazioni inviate all’Ufficio Ambiente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, è sempre attivo nel presidio del territorio, attraverso l’emanazione di specifiche ordinanze per la rimozione e il corretto smaltimento di rifiuti, con particolare attenzione a quelli pericolosi.

L'operazione, condotta dai militari della Sezione operativa navale di Marina di Ravenna, con l'apporto di funzionari e tecnici dell’Ausl di Ravenna e dell’Arpae - distretto di Faenza-Bassa Romagna, ha avuto origine dalla segnalazione di un elicottero della Sezione aerea della Guardia di finanza di Rimini, che durante un volo di ricognizione sul territorio, d’intesa con il Comando provinciale della Guardia di finanza di Ravenna, ha individuato l'area.

Il sito, abbandonato da oltre 20 anni, era precedentemente adibito a distilleria. I finanzieri hanno denunciato all’autorità giudiziaria il rappresentante della società titolare dell’area, per il reato, previsto dal testo unico ambientale, di abbandono e gestione di rifiuti pericolosi non autorizzato. Gli elementi raccolti nel corso dell’intervento saranno valutati anche al fine di verificare successivamente e approfondire eventuali ulteriori risvolti di natura economico-finanziaria.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento