mercoledì 10 maggio 2017

Approvato il consuntivo del Comune di Bagnacavallo

Riceviamo e pubblichiamo


Il Consiglio comunale di Bagnacavallo ha approvato il rendiconto della gestione relativa all'esercizio 2016 con 11 voti favorevoli (gruppo Pd) e 4 contrari (Insieme per Bagnacavallo, Lega Nord-Forza Italia, Uniti per Bagnacavallo e un consigliere indipendente).




«L'esercizio finanziario 2016 – ha spiegato l'assessore al Bilancio Elena Verna – ha visto concretizzarsi molte delle azioni programmate dall'Amministrazione dal momento del suo insediamento, assicurando al contempo la possibilità di destinare sufficienti risorse al finanziamento di importanti investimenti anche per gli anni successivi.»

Fra le somme accantonate con vincolo di destinazione a vario titolo l'assessore ha ricordato in particolare i 2.975.000 euro a finanziamento del sottopasso di via Bagnoli, «opera di rilievo sovracomunale e fondamentale per rendere la viabilità più scorrevole e sicura. Il buon risultato in termini di avanzo di gestione – ha specificato ancora l'assessore – si è potuto ottenere grazie a un'accurata gestione delle spese in virtù anche del sistema integrato Unione della Bassa Romagna e Comuni.

La diminuzione delle spese di gestione a fronte di un aumento delle domande dei servizi ha permesso di non aumentare nella maggior parte dei casi i costi a carico dei cittadini senza però diminuire la qualità dei servizi erogati.»

Per ciò che riguarda le entrate, Imu, addizionale Irpef, Tari e Tasi continuano a essere le poste correnti più significative. Di concerto con l'Unione dei Comuni continuano poi le azioni di recupero crediti per la lotta all'evasione e il perseguimento dell'equità fiscale.

Grazie anche a progetti presentati insieme ad altri Comuni dell'Unione è stato possibile ottenere importanti finanziamenti che permetteranno, fra gli altri, il recupero del ridotto del Teatro Goldoni ridando a questo spazio la sua funzione originaria. Sono state attivate inoltre le opportunità che la legge mette a disposizione degli enti locali al fine di reperire somme per effettuare investimenti in collaborazione con imprese e privati quale l’Art Bonus.

Nel corso del 2016 sono stati effettuati importanti lavori di manutenzione del patrimonio e ottenuti significativi contributi che vedranno il loro impiego in termini di realizzazione a partire dal 2017. 

Tra questi in Consiglio comunale sono stati ricordati gli interventi di adeguamento sismico della scuola media di Bagnacavallo, di adeguamento antincendio di edifici scolastici a Villanova e di ristrutturazione di Palazzo Vecchio e del Palazzo Comunale, opere queste ultime che permetteranno presto una nuova organizzazione degli spazi degli uffici comunali al fine di rendere i servizi meglio fruibili da parte dei cittadini.

Sempre per quanto riguarda il patrimonio pubblico, molto importante è stato l'affidamento della gestione dell'albergo Antico Convento San Francesco, che è stato riaperto in occasione della Pasqua.

L'Amministrazione ha continuato e continua a investire nella cultura e a promuovere eventi e manifestazioni durante tutto il corso dell'anno, anche in collaborazione con associazioni e privati, «in quanto ritiene che sia una modalità per promuovere il territorio, stimolare l’intelligenza e la curiosità delle persone, migliorare la qualità della vita della cittadinanza di tutte le età e creare opportunità di lavoro all’interno del territorio».

In termini di sicurezza della viabilità si è concluso il rifacimento di viale Dante a Villanova e sono stati realizzati il percorso ciclabile da via Entirate verso il centro di Traversara, oltre a numerose opere di manutenzione stradale e interventi sulla segnaletica sia verticale che orizzontale. L'Amministrazione ha continuato la riqualificazione della pubblica illuminazione proseguendo la graduale sostituzione delle linee e impianti con nuovi apparecchi di illuminazione a led sia per migliorare la visibilità sia per diminuire i costi.

Nel corso del 2016 numerosi progetti innovativi hanno visto coinvolti i servizi demografici e Bagnacavallo ha portato a conclusione, primo Comune in Italia, il subentro della propria anagrafe nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente. Inoltre nel corso del 2016 è diventata pienamente operativa l’emissione della carta d’identità elettronica.

Con l'obiettivo di promuovere la partecipazione dei cittadini alla vita sociale e politica in collaborazione con le numerose associazioni presenti sul territorio, sono stati organizzati percorsi partecipativi volti a valorizzare le competenze presenti sul territorio e individuare insieme le migliori proposte per la gestione dei beni comuni.

«Da questo punto di vista va sottolineato che nel 2016, in occasione di metà mandato – ha ricordato l'assessore Verna – è stato concepito e avviato il progetto “Corpo Comune” che grazie anche agli interventi e alle proposte dei cittadini ha visto la Giunta condividere azioni e idee per la città in cinque incontri che si sono tenuti nei primi mesi del 2017. Il progetto avrà un prosieguo nella restante parte del mandato attraverso una innovativa formula di condivisione con la cittadinanza. Sono state inoltre promosse iniziative per rafforzare le relazioni di vicinato al fine anche di aumentare la sicurezza sul territorio in collaborazione con le forze dell’ordine.»

Infine, ha concluso l'assessore, «l'affidamento del contratto di Tesoreria avvenuto nel 2015 ha visto nel corso del 2016 la definizione delle clausole contrattuali con l'obiettivo di soddisfare al meglio le esigenze della cittadinanza: le clausole definite dall'Unione sono dirette a favorire gli investimenti in capo alle attività commerciali/imprenditoriali mentre quelle definite dal nostro ente a favorire gli investimenti in capo ai privati volti all'acquisto della prima casa, al recupero del patrimonio esistente e alla riqualificazione energetica».

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento