lunedì 29 maggio 2017

Il Lions Club dona audiolibri per non vedenti e ipovedenti alla biblioteca Trisi

A Lugo


L’iniziativa è il proseguimento della collaborazione per aiutare i cittadini con difficoltà a leggere



Il Lions Club di Lugo ha donato circa 80 audiolibri per non vedenti e ipovedenti alla biblioteca comunale di Lugo “Fabrizio Trisi”.

La consegna del materiale è avvenuta nella biblioteca di Lugo, alla presenza di: Anna Giulia Gallegati, assessora alla Cultura del Comune di Lugo, Ivana Pagani della biblioteca “Fabrizio Trisi”, Emanuela Pinchiorri Faccani, presidente del Lions Club di Lugo, LuigiCapucci, responsabile delle iniziative del centenario del club e Massimo Berdondini, titolare della libreria “Alfabeta”.

“Continuano – ha dichiarato Anna Giulia Gallegati - le donazione del Lions Club alla biblioteca di strumentazioni pensate per persone ipovedenti o cieche e questo ci rende molto orgogliosi. Come amministrazione comunale crediamo tantissimo nella biblioteca, che è un centro culturale capace di aggregare persone di diverse età e culture. Credo che l’obiettivo della biblioteca sia essere il più accogliente possibile nei confronti di tutti e l’abbattimento delle barriere architettoniche passa anche dalla presenza di strumenti come questi audiolibri”.

“Sono particolarmente felice – ha raccontato Emanuela Pinchiorri Faccani - di questa donazione perché è in continuità con quanto già avviato anni fa. Tutto questo è stato possibile anche grazie all’incasso del torneo di burraco, organizzato il 5 marzo dalle mogli dei soci del Lions Club di Lugo. Un evento che ha visto una risposta incredibile da parte della comunità”.

“La consegna di questi audiolibri alla biblioteca mi rende orgoglioso – ha sottolineato LuigiCapucci - perché significa che i Lions fanno qualcosa per la cultura e per chi ha più difficoltà ad avvicinarcisi, come ipovedenti, non vedenti e anche coloro che non leggono per pigrizia. Spero che questa iniziativa serva a far capire l’importanza della lettura perché se si legge si fa cultura, si capiscono gli altri e tante barriere che derivano dall’incapacità di confrontarsi possono cadere”.

“Gli audiolibri – ha spiegato Ivana Pagani - sono molto usati, non solo da chi ha difficoltà a vedere, ma anche dai bambini o da persone con problemi di dislessia. Il materiale che è stato donato oggi comprende grandi classici come l’Eneide, ma anche titoli contemporanei e per bambini, letti da attori e non solo, come Neri Marcorè, Beppe Severgnini, Claudio Bisio, Fabrizio Gifuni e tanti altri”.

La donazione degli audiolibri segna il proseguimento della collaborazione con la biblioteca comunale, già avviata negli scorsi anni, a favore di cittadini diversamente abili, come non vedenti, ipovedenti e dislessici, o di coloro che, a causa di disabilità fisiche e sensoriali, non sono in grado di leggere autonomamente. Il rapporto tra i Lions e la “Fabrizio Trisi” non è nuovo, ma risale al 1995, quando il club di Lugo donò un contributo alla biblioteca per l’acquisto di strumentazioni informatiche, audiolibri per il prestito a domicilio, tra cui classici della letteratura, della poesia e best sellers, oltre allo svolgimento di corsi di formazione.

L’iniziativa è in linea con il ruolo svolto a livello internazionale dai Lions, che sono stati nominati“Cavalieri dei non vedenti” e sono impegnati nella campagna “Sight First” per la lotta alla cecità fluviale nei paesi poveri e nell'addestramento di cani guida nella scuola di Limbiate (Monza).Inoltre, il sostegno a progetti per non vedenti o ipovedenti è una delle quattro sfide lanciate dal Lions Club in occasione del Centenario dalla sua nascita.

La fornitura di audiolibri è stata effettuata dalla libreria Alfabeta di Lugo.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento