mercoledì 31 maggio 2017

Il Rotary Club di lugo per "Cervia città giardino"

I partecipanti del corso “Floricultura est -Vestiamo la città” hanno lavorato alla rotonda floreale



Il Rotary Club ha contribuito alla partecipazione di Lugo alla 45esima edizione di “Cervia città giardino”, una delle più grandi esposizioni floreali all’aperto d’Europa, inaugurata venerdì 26 maggio e che rimarrà allestita per tutta l’estate.





Per l’occasione la città di Lugo ha infatti allestito una rotonda floreale con un’opera costruita con materiale di recupero e riciclo dall’artista Renato Mancini; il verde è stato curato dai partecipanti al corso di giardinaggio “Floricultura est - Vestiamo la città”, organizzato ogni anno dalla consulta di Lugo Est in collaborazione con il Rotary Club di Lugo.

“Il Rotary Club di Lugo - ha detto il presidente del Rotary, Massimo Santandrea - organizza da ben dieci anni il corso di giardinaggio perché permette di incentivare nei cittadini il volontariato, spingendoli alla cura del verde e al decoro della propria città. Siamo molto orgogliosi che i tanti partecipanti abbiano potuto mettere in pratica quanto imparato in un’occasione così importante come Cervia città giardino”.

I partecipanti hanno seguito da gennaio ad aprile il corso, arrivato alla decima edizione, approfondendo con gli esperti del settore i diversi aspetti che riguardano la cura del verde e 

a conoscere le piante. Tra gli argomenti toccati dal corso, si sono susseguiti “I virus dell’orto e nel giardino”, “Un pizzico di Giappone nel nostro giardino”, “Gli alimenti del benessere” e un approfondimento su alcune piante, come i garofani, le rose e i roseti.

Il merito della riuscita dell’iniziativa va anche al lavoro del presidente della Consulta Lugo Est, Doriano Tamburini, e dell’agronomo Marcello Baldini, coordinatore del corso. In segno di riconoscenza per quanto fatto, il Rotary Club di Lugo ha quindi deciso di conferire al socio rotariano Marcello Baldini, nonché al corso di giardinaggio nelle persone di Federico Randi, Federica Tabanelli e dello stesso Doriano Tamburini, il “Paul Harris Fellow”, la massima onorificenza rotariana che prende il nome da Paul Harris, il fondatore del Rotary scomparso nel 1947. 


Il premio è stato consegnato durante una serata trascorsa insieme in quel di Milano Marittima, venerdì 26 maggio.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento