sabato 13 maggio 2017

La mostra su Bertacchi e Calderoni si sposta nella sede di Ascom

Rimane fine a domenica 14 maggio nella Torre del Soccorso


Dal 18 al 27 maggio arriva a Palazzo del Commercio


Continua fino a domenica 14 maggio la mostra fotografica e documentaria “Giovanni Bertacchi e Antonio Calderoni. Eroi Lughesi nella Grande Guerra”, allestita nella Torre del Soccorso della Rocca di Lugo. L’esposizione si trasferirà poi da giovedì 18 a sabato 27 maggio nelle sale “Lino Longhi” di Confcommercio Ascom Lugo, a Palazzo del Commercio, in via Acquacalda 29.

L’inaugurazione della mostra nella nuova sede è prevista per giovedì 18 maggio alle 18.30 a Palazzo del Commercio. L’esposizione si potrà visitare il martedì e giovedì dalle 15 alle 18 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.

La mostra è dedicata a Giovanni Bertacchi e Antonio Calderoni, due militari lughesi, medaglie d’oro al valore militare, morti sull’Altipiano di Asiago durante la Prima guerra mondiale.

Antonio Calderoni proveniva da una famiglia lughese modesta. Faceva il muratore e fu costretto a emigrare in Svizzera quando era giovanissimo. Richiamato alle armi e animato da sentimenti repubblicani, accettò con entusiasmo di partecipare alla guerra. Fu decorato di medaglia di bronzo al valor militare e medaglia d’oro al valor militare alla memoria.

Giovanni Bertacchi apparteneva invece a una famiglia colta, borghese e di tradizioni militari. Si può dire che fu lughese per caso perché nacque a Lugo quando il padre Paolo, tenente di fanteria, prestava servizio nella locale caserma, in seguito chiamata “Casermone”. Seguì poi gli spostamenti legati alla vita militare del padre.


Nonostante questo la sua famiglia dimostrò sempre un sentimento di affezione alla città di Lugo. Giovanni, giovane universitario e convinto interventista, volle volontariamente partecipare alla guerra. Amava scrivere prose, poesie e articoli giornalistici. Fu decorato, alla memoria, della medaglia d’oro al valor militare.

L’iniziativa è stata organizzata dal Comune di Lugo, con la sezione lughese dell’Unuci, il coordinamento lughese del Centenario Grande Guerra, il museo Francesco Baracca e la Squadriglia del Grifo, con la collaborazione di Ascom Lugo.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento