martedì 9 maggio 2017

Medaglie nazionali per il Taekwondo locale

Cinque sei della Polisportiva Voltana, tutti di Lavezzola e Conselice, sono saliti sul podio


La Polisportiva Voltana, diretta dall'allenatore Manuel Cavallini, ritorna carica di medaglie dal campionato nazionale di taekwondo, svoltosi al Pala Florio di Bari, sabato e domenica scorsa. Su sei atleti portati in gara, cinque sono saliti sul podio, nonostante quattro fossero al loro esordio in un campionato italiano. Tra le medaglie, due sono ori e tre bronzi.


Oro per la lavezzolese Martina Corelli, che con determinazione, precisione e tecnica, centra il massimo degli obiettivi: il podio della categoria senior. Per Marin è un risultato eccellente dopo essere stata campionessa italiana Junior 2017: vincere anche il titolo della massima divisione a soli 16 anni e in una condizione fisica non ottimale che la obbliga a disputare la finale quasi senza usare la sua gamba forte.


Lei va, vince e convince. Primo incontro vinto per il ritiro dell'avversaria a metà della seconda ripresa, secondo incontro vinto per differenza punti, in finale incontra una bravissima atleta delle Fiamme Oro. Per un solo round e mezzo l'atleta del gruppo sportivo della Polizia riesce a contenere la ragazza in arancio, che nella seconda parte dell'incontro accende i motori, mette il turbo e si va a conquistare il secondo titolo italiano consecutivo del 2017.

Oro per la conselicese Irene Baroncini, 16 anni, con una prestazione da manuale. Attenta a non sprecare nulla, con 64 punti fatti in 3 incontri, subiti solo 7 e ben 2 incontri vinti per differenza punti (tra cui la finale vinta per 21-0).

Bronzo per la lavezzolese Francesca Chiarini classe '99, che rientra sulle scene nazionali dopo uno stop di quasi due anni. Paga un po' l'assenza dai quadrati ma con la sua classica precisione chirurgica nel calciare conquista il terzo bronzo per la società voltanese.

Bronzo per il conselicese Davide Baroncini, 15 anni, e l'argentano Amine Harti, 16 anni, con una prestazione quasi speculare. I due giovani atleti rispondono puntualmente alla chiamata e conquistano entrambi il bronzo nella rispettiva categoria fermandosi ad un soffio dalla finale.

Nessuna medaglia per il lavezzolese Angelo Dova, che reduce da un infortunio al ginocchio, non riesce ad agguantare il podio.


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento