venerdì 5 maggio 2017

Open Day della polizia della Romagna Estense

Al centro l'ambiente



Domani, sabato 6 maggio nel parco Pertini di Cotignola è in programma, a partire dalle 8.30, la terza edizione dell'open Day della Polizia Locale della Bassa Romagna. L'iniziativa sarà l'occasione per conoscere le attività che vengono quotidianamente effettuate dalla Polizia locale, in particolare quest’anno con un focus sulle attività di tutela dell'ambiente.


Il programma della giornata è stato presentato in conferenza stampa giovedì 4 maggio al Salone Estense della Rocca di Lugo. Per l’occasione sono intervenuti: Luca Piovaccari, presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e sindaco di Cotignola; Mauro Venturi, sindaco con delega alla Polizia municipale dell’Ucbr; Paola Neri, comandante della Polizia municipale della Bassa Romagna.

“Per il terzo open day della Polizia municipale il tema è quello dell’ambiente, per questo sono particolarmente orgoglioso che l’evento si tenga al parco Pertini di Cotignola, un vero e proprio polmone verde dove sono possibili tantissime attività all’aria aperta - ha dichiarato Luca Piovaccari -. Sarà un’occasione per fare conoscere le numerose attività della Pm, che oggi è nei fatti sempre più un’alleata dei cittadini”.

“Dopo Lugo e Massa Lombarda, ora è il turno di Cotignola, e continueremo a portare questo evento in un comune diverso ogni anno - ha sottolineato Mauro Venturi -. Questo open day è un’occasione per conoscere più da vicino il funzionamento dei servizi della Polizia municipale, e quindi anche per abbandonare anacronistici pregiudizi. Spesso infatti alcuni servizi dell'Amministrazione comunale vengono percepiti più per la forma e meno per la sostanza. Per esempio, i nuovi box per gli autovelox sono stati accolti come uno strumento dei Comuni per fare cassa. Ebbene, ad oggi i Comuni hanno incassato zero euro, visto che i velox non sono mai stati posizionati, ma è stato ottenuto il risultato di ridurre la velocità nei tratti coperti dai box”.

“I compiti si sono estesi sia in ambito amministrativo, sia giudiziario, sia per quanto riguarda la sicurezza pubblica - ha spiegato Paola Neri -. Quest'ultima, nonostante sia a carico delle forze dello Stato e non degli enti locali, ci vede comunque impegnati in supporto e sotto la direzione della prefettura, per esempio liberando le strade durante i sevizi di ogni tipo. Questi open day nascono proprio perché i servizi sono così numerosi che sentiamo l’esigenza di farli conoscere quanto viene fatto in favore dei cittadini, evitando che si riduca tutto al cliché del vigile che è in giro solo per fare le multe”.

Venendo al programma, alle 8.30 è prevista l’apertura degli stand espositivi della Polizia locale della Bassa Romagna, dei carabinieri del Comando Unità tutela forestale, ambientale e agroalimentare e della Protezione civile della Bassa Romagna, oltre all’inizio della gimkana per bambini.

Dopo la presentazione dell’iniziativa e il saluto delle autorità, in programma alle 10, sono previste alle 11 le dimostrazioni di tecniche operative dell’Unità cinofila della Polizia locale di Milano, che sarà presente con due cani; saranno eseguite simulazioni di attività di ricerca droga e su come i cani riescono a rendere innocuo un aggressore anche armato.

Per i bambini sarà attivo un percorso dedicato al corretto uso della bicicletta, mentre sono previste anche visite alla scoperta della natura e degli animali del parco Pertini, accompagnati dai carabinieri del Comando Unità tutela forestale, ambientale e agroalimentare e dai volontari dell’Enpa di Lugo. Hera, infine, ha organizzato alcuni giochi per bambini sull’ambiente.

L’evento è stato organizzato dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, con il patrocinio del Comune di Cotignola e la collaborazione di Protezione civile, Carabinieri del Comando Unità tutela forestale, ambientale e agroalimentare, Pro Loco di Cotignola, Società ciclistica cotignolese, Hera, Enpa Lugo e Futuro Green 2020 e con il contributo della Cassa di Risparmio di Ravenna.

Il corpo unico di Polizia municipale dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna è composto da 65 addetti in servizio e ha in dotazione un parco mezzi composto da 26 autoveicoli, 1 ufficio mobile, 10 motoveicoli e 23 velocipedi. “Nei prossimi anni dovremmo riuscire a integrare l’organico, assumendo 10 nuovi agenti e portando così il totale a 75”.

La Polizia municipale opera su numerosissimi fronti. Gli agenti della Pm, nell’arco del 2016, hanno gestito 1147 mercati ed effettuato 2201 controlli amministrativi presso commercianti e pubblici esercizi.

In ambito edile, sono stati fatti 120 controlli che hanno portato all’accertamento di 25 abusi edilizi, mentre i controlli ambientali sono stati 213.

Nelle scuole sono state fatte 335 ore di educazione stradale, ambientale e alla legalità. Centrale è anche l’attività di presidio del territorio, con 30.140 ore di controllo e 4339 servizi di pattugliamento nei centri storici.

Per quanto riguarda l’attività di controllo della circolazione stradale: nel 2016 la Polizia municipale ha controllato 7510 veicoli con relativo conducente ed elevato 12.039 verbali per violazioni al codice della strada. I controlli con postazione fissa sono stati invece 894 (turni nei quali vengono utilizzati anche i targa system, per il controllo dei veicoli rubati, privi di assicurazione o sprovvisti di revisione). Per quanto riguarda il traffico pesante, 65 mezzi controllati e 42 violazioni accertate. Gli incidenti rilevati dalla Pm della Bassa Romagna sono stati invece 358, 6 i veicoli rubati rinvenuti.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento