sabato 6 maggio 2017

Una delegazione di Bagnacavallo a Pollutri di Chieti

Riceviamo a pubblichiamo


Oggi, sabato 6 e domani, Domenica 7 maggio una delegazione di Bagnacavallo sarà a Pollutri, comune in provincia di Chieti con il quale dallo scorso anno ha avuto inizio un progetto di scambio.



Per l'amministrazione comunale di Bagnacavallo saranno presenti il sindaco Eleonora Proni, il vicesindaco Matteo Giacomoni e l'assessore Elena Verna, per l'Asp dei Comuni della Bassa Romagna il presidente Pierluigi Ravagli e per le associazioni rappresentanti di Amici di Neresheim, Amici dell'Abbondanza, Anpi, Avis, Ac Calcio Bagnacavallo e Pro Loco.

In programma ci sono, oltre a una visita al paese, incontri tra i rappresentanti delle associazioni delle due città nel pomeriggio di sabato e, la domenica mattina, tra gli amministratori presso il Palazzo Comunale di Pollutri, dove la delegazione bagnacavallese sarà accolta dal sindaco Antonio Di Pietro. Seguiranno una messa nella chiesa parrocchiale e una processione con la statua del patrono San Nicola per le vie del paese in occasione della festa patronale.

Prosegue così il progetto di scambio avviato nel giugno scorso quando una delegazione di Pollutri effettuò una prima visita a Bagnacavallo. Il contatto iniziale tra le due città era avvenuto nel 2013, quando con una delibera approvata all'unanimità dal Consiglio comunale, il Comune di Pollutri attribuì la cittadinanza onoraria alla memoria del bagnacavallese Giancarlo Galassi, venuto a mancare nel 2010, il quale, negli ultimi anni di vita, con la sua presenza a Pollutri aveva contribuito alla realizzazione di alcune iniziative culturali che suscitarono grande attenzione e interesse. Agli incontri in programma sabato 6 e domenica 7 maggio sarà presente anche la signora Virginia Vitali, vedova di Galassi.

Le due realtà, per quanto di dimensioni diverse (Bagnacavallo ha oltre 16700 abitanti, Pollutri circa 2300), hanno punti in comune. Entrambe, infatti, fanno parte di un'Unione di Comuni e dedicano molta attenzione alla promozione dei prodotti tipici dell'enogastronomia locale. Inoltre, sia l'una che l'altra ospitano un'oasi naturalistica: il Podere Pantaleone (Bagnacavallo) e il Bosco di Don Venanzio (Pollutri). Tutti elementi che hanno costituito le basi per avviare lo scambio di esperienze e verificare possibili collaborazioni future tra le due comunità.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento