sabato 3 giugno 2017

Alla scoperta del cimitero monumentale di Lugo

Ritorna "Musei a cielo aperto"


Oggi, sabato 3 e domani, Domenica 4 giugno arriva, nel cimitero monumentale di Lugo, la rassegna “Musei a cielo aperto.
Cimiteri monumentali” con visite guidate, percorsi tematici, letture, teatro, poesia e musica che hanno l’obiettivo di far conoscere i cimiteri locali per costruire una memoria diffusa e condivisa di un territorio attraverso la sua storia, la sua cultura e la sua arte.

Oggi, sabato 3 giugno si inizia alle 15.10 con le visite guidate Fai alle sculture e bassorilievi significative dl cimitero, artisti tra Otto e Novecento nel cimitero di Lugo e Alfeo Bedeschi. 

Alle 16, incontro su “Aviatori lughesi della Prima e della Seconda guerra mondiale”, a cura di Mauro Antonellini. Alle 16.45 Augusto Bovesi leggerà gli aforismi di Leo Longanesi davanti alla sua tomba, mentre alle 17.15 Daniele Serafini leggerà la sua raccolta “Tra le radici e l’altrove”, accompagnato dalla fisarmonica di Daniela Taglioni. 

La giornata si conclude alle 18 con Claudio Nostri che legge Giacomo Leopardi, insieme all’arpa di Daniela Taglioni. Domenica 4 giugno alle 9.10 e alle 15 ritornano le visite guidate del Fai, mentre alle 10 si parla di “Patrioti, garibaldini e rivoluzionari”, a cura di Viviana Bravi. 

Dalle 10 alle 12 è prevista la visita guidata al “prato fiorito” con Maria Pia Bernardi. Alle 10.25 l’appuntamento è dedicato a “Episodi e personaggi dell’800 lughese”, a cura di Antonio Curzi. Alle 11.10 Aurora Hilaj, Xhovana Hilaj, Camilla Zaffagnini, Sofia Campbell e Caterina Capucci interpreteranno “Educhiamo dunque…”, pièce su Ernesta Galletti Stoppa a cura di Roberta Xella. Alle 11.40 Matteo Mascia e Tommaso Tampella leggeranno la corrispondenza tra Francesco Baracca e Aurelio Baruzzi dalle tombe di questi ultimi. 

Alle 12 arriverà la musica di Matteo Penazzi al violino e Greta Insardi al pianoforte con le note di Gioacchino Rossini. Alle 16, dopo il saluto dell’amministrazione comunale, Patrizia Randi illustra le figure di Cornelia Rossi Martinetti ed Ernesta Stoppa in “Cornelia ed Ernesta, due moderne donne del passato”. Alle 16.30 si parlerà di “Luigi Lolli, ritrattista di Giacomo Leopardi” con il professor Marcello Savini. 

Alle 17 arriverà la “Divina Commedia e la terra di Romagna: da Francesca (Inferno) a San Pier Damiani (Paradiso)”, con le letture di Dante Alighieri da parte dell’attore Franco Costantini insieme alla chitarra di Gianni Penazzi. Alle 17.30 ancora musica con Chiara Pavesi e Cecilia Capponi che al flauto eseguiranno le melodie di Bach, Bizet, Mozart, Delibes, Galli, Saint-Saens e Schubert. Infine, alle 18 i Canterini Romagnoli “Francesco Balilla Pratella”, diretti dal maestro Carlo Argelli si esibiranno in brani di Pratella, Lino Guerra e Guido Bianchi.

La rassegna comprende un altro appuntamento nel Comune di Massa Lombarda. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito. 

La direzione artistica di “Musei a cielo aperto” è di Paolo Gagliardi. La rassegna è stata organizzata dall’associazione “Storia e memoria della Bassa Romagna” e ha il patrocinio dei Comuni di Bagnacavallo, Lugo e Massa Lombarda, dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, della Provincia di Ravenna e della Regione Emilia-Romagna. 

Le visite guidate Fai sono a cura del liceo scientifico “Gregorio Ricci Curbastro” e del liceo classico “Fabrizio Trisi – Luigi Graziani”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento