martedì 6 giugno 2017

Comunicazione e neuromarketing nell'industria alimentare

Appuntamento con alcuni dei massimi esponenti italiani in materia

Domani, mercoledì 7 giugno dalle 16 alle 18.30 al salone Estense della Rocca di Lugo ci sarà un appuntamento dedicato a tecniche innovative comunicative nel comparto dell’industria alimentare.


Il seminario è organizzato da Centuria Agenzia per l’innovazione della Romagna insieme all’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e all’Incubatore U-Start, nell’ambito del Progetto NicNet.

L’industria alimentare è un comparto trainante dell’economia nazionale, in grado di offrire prodotti competitivi, innovativi e garantiti in termini di sicurezza, gusto e qualità, rispondendo alle esigenze del mercato in continua evoluzione, pertanto diventa fondamentale capire come emozioni, desideri, motivazioni, ricordi e aspettative influenzino le scelte del consumatore e le sue preferenze di acquisto.

Un aiuto in questo senso arriva dal neuromarketing, una vera e propria scienza che aiuta le aziende a comprendere come far breccia nel cuore del cliente finale, attraverso emozioni, colori e tutto quello che va al di fuori della razionalità.

Combinando insieme neuroscienze, economia, psicologia, marketing e scienze della comunicazione, il neuromarketing studia il comportamento del consumatore, le sue reazioni istintive, subcoscienti, emozionali, in risposta a un certo brand o a un certo prodotto, per poi definire strategie efficaci di fascinazione del consumatore.

“La Bassa Romagna sta investendo molto nella promozione e nell’attrattività territoriale - ha commentato Luca Piovaccari, presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna -. Questo seminario è un’opportunità per i tanti operatori del settore enogastronomico, eccellenza che contribuisce al contempo allo sviluppo del tessuto economico e del benessere”.

L’evento sarà l’occasione per le aziende di settore e non solo di approfondire questo nuovo approccio comunicativo orientato al cliente che in Italia è ancora poco conosciuto e applicato.

Se ne parlerà con esperti come Fabio Babiloni, della Sapienza di Roma, unico autore italiano a scrivere articoli scientifici sul neuromarketing; Arianna Trettel, direttore di BrainSigns e rappresentante italiana dell’associazione internazionale Neuromarketing Science and Business Application; Maurizio Canavari, dell’università di Bologna, esperto di marketing agro-alimentare, di e-commerce e di ricerche di marketing sul consumatore e sulle filiere. A chiudere l’evento un’importante testimonianza di una azienda romagnola leader italiana nel settore alimentare con Emiliano Di Lullo di Amadori, che queste tecniche ha già iniziato a utilizzarle.

I saluti di apertura saranno affidati a Nicola Pasi, sindaco referente per il Turismo dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento