sabato 17 giugno 2017

Interventi a sostegno delle attività commerciali e produttive

Riceviamo e pubblichiamo

Continuano le attività dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna per agevolare la crescita e lo sviluppo delle attività commerciali e produttive, incluse quelle agricole.



L’unione ha infatti approvato nell’ambito degli interventi a sostegno del territorio, in accordo con la Cassa di risparmio di Ravenna (tesoriere dell’ente), un apposito regolamento che disciplina le azioni a sostegno delle attività. La proposta è stata costruita e concertata con il tavolo delle associazioni imprenditoriali della Bassa Romagna.

Attraverso il concorso dell’Unione e della Cassa di risparmio è possibile acquisire mutui a un tasso agevolato (attualmente pari all’Euribor + 0,475) per la realizzazione di investimenti tra cui: insediamento di nuove imprese, oppure acquisto, rinnovo, ristrutturazione, ampliamento, trasformazione dei locali di esercizio dell’attività, degli arredi interni e degli allestimenti esterni e delle relative attrezzature (compresa informatizzazione); acquisizioni di aziende già esistenti (compreso l’avviamento); messa a norma degli impianti e riqualificazione energetica.

Il plafond a disposizione è di 10 milioni di euro da utilizzarsi entro il 31 dicembre 2020.

“Si tratta di un monte risorse che può mettere in moto investimenti nel territorio per oltre 25 milioni di euro - ha sottolineato il presidente dell’Ucbr Luca Piovaccari -, con un beneficio finanziario diretto per le imprese utilizzatrici stimabile, alle attuali condizioni, in oltre 1.500.000 euro. Una attività concreta messa in moto dall'Unione dei Comuni allo scopo di rilanciare la crescita dell'apparato economico locale”.

Per ulteriori informazioni, è possibile rivolgersi alla propria associazione economica o imprenditoriale, oppure consultare l’area “Attività economiche Suap” sul sito dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna www.labassaromagna.it.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento