sabato 10 giugno 2017

La Giornata dei volontari IOR

Riceviamo e pubblichiamo


Domani, sabato 10 giugno, dalle ore 9, i Volontari dell’Istituto Oncologico Romagnolo si daranno appuntamento al Palacongressi di Bellaria per la Giornata che li vede protagonisti: oramai una tradizione, visto che ricorre il trentesimo compleanno della manifestazione.



Una manifestazione che è da sempre non solo una grande festa organizzata per riunire e celebrare le varie anime romagnole dello IOR, ma anche un momento di riflessione riguardo i traguardi raggiunti e le sfide future della lotta contro il cancro.

Anche quest’anno la giornata si presenta ricca di spunti: interverranno come di consueto medici di caratura internazionale per disquisire dello stato dell’arte della ricerca oncologica, ma anche persone semplici, comuni, che racconteranno la propria storia sul palco. “Saranno storie di speranza – afferma il Direttore Generale dello IOR, Fabrizio Miserocchi, che per l’occasione vestirà anche i panni del conduttore – per una giornata all’insegna della condivisione, sulla falsariga di quello che ormai è il nostro motto imprescindibile: vicino a chi soffre, insieme a chi cura. Gli invitati avranno la possibilità di ascoltare le novità della ricerca scientifica, e di assistere a testimonianze emozionanti raccontate da chi le ha vissute in prima persona. Da trent’anni è questo il modo che abbiamo scelto di dire grazie ai nostri Volontari, il vero motore pulsante dell’Istituto: stiamo preparando per loro un evento che speriamo possa essere indimenticabile, e siamo sicuri che la risposta sarà come sempre entusiastica”.

La Giornata Volontari IOR dello scorso anno ha visto la partecipazione di più di 500 persone, che hanno avuto la possibilità di ascoltare gli interventi di alcuni dei massimi oncologi a livello nazionale e internazionale. L’edizione 2017 promette di non essere da meno, anche in virtù del fatto che si tratta della trentesima. La parte centrale del convegno sarà ovviamente dedicata alla ricerca scientifica e alla medicina: il prof. Dino Amadori, Presidente IOR e Direttore Scientifico IRST IRCCS, entrerà nel merito dell’utilizzo dei vaccini in campo oncologico assieme al dott. Massimo Guidoboni, Responsabile Immunoterapia, Terapia Cellulare e Biobanca dell’IRST IRCCS. Il tema è di sicura attualità, visto il dibattito sollevato nell’opinione pubblica dal tema dei vaccini, dibattito che ha occupato gran parte delle discussioni degli esperti presenti all’ASCO (American Society of Clinical Oncology) Annual Meeting, tra i più importanti congressi del mondo sul tema dell’oncologia in scena in questi giorni a Chicago.

Ci sarà comunque anche spazio per le emozioni, soprattutto grazie alla testimonianza di Michele Piancastelli, velista che dopo essere guarito da una leucemia acuta ha deciso di effettuare un giro del mondo in barca, percorrendo la bellezza di 40.000 miglia per un totale di sette anni di navigazione che l’hanno portato a visitare posti incantevoli: dalla Nuova Zelanda alle Fiji, dal Mar dei Caraibi alle Galapagos. Tornerà infine anche lo IOR Award, riconoscimento concepito nel 2016 per omaggiare una personalità che si è distinta durante l’anno per la propria generosità. 

Per la prima edizione il premio è andato a Luca Panzavolta, Amministratore Delegato Commercianti Indipendenti Associati – Conad. Insomma, anche quest’anno si preannuncia una giornata molto ricca, che promette di far stare col fiato sospeso non solo i Volontari dell’Istituto Oncologico Romagnolo, ma anche le numerose personalità di spicco del tessuto sociale, politico ed imprenditoriale che saranno presenti per l’occasione.

Paolo Grillandi
Comunicazione - Ufficio Stampa
Istituto Oncologico Romagnolo ONLUS
Corso Mazzini, 65  Forlì FC
p.grillandi@ior-romagna.it
www.ior-romagna.it

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento