giovedì 1 giugno 2017

Lettera a Matteo

Ovviamente pensierini del tutto personali



Mi scrivi con mio piacere ogni settimana. Ricambio, sulla riforma elettorale.

- Finalmente, vergognoso non l'abbiate fatta prima

- Prima di prendere una posizione non era il caso ascoltare il parere di noi elettori? L'unica cosa che fa e che non può non fsr piacere del M5S ?

- Ne hai parlato con il Capo dello Stato ?

-  Forse anche in politica non sarebbe corretto far valere i valori umani? Penso ovviamente ala gratitudine, quella che sicuramente merita Alfano che ha consentito agli italiani di avere un governo, la governabilità, mandando a quel paese Berlusconi? ? Personalmente non mi piace mica "bastonare" chi mi ha dato fiducia...

- Dopo il voto, quella governabilità che dicevi doveva essere il primo degli obiettivi che la legge elettorale avrebbe dovuto garantire, come sarà, quale sara?

- Ci offrite il potere di decidere noi, l'unico potere che abbiamo ogni cinque anni (spesso meno), non dandoci i presupposti per decidere davvero, noi? Voto più voto meno, che diventeranno inutili, appunto uno più o uno in meno, il risultato sarà di tr o quattro percentuali a due, noi, Grillo, Berlusconi e Salvini e quindi già scontato ancora prima di votare che,  riporteremo al governo Berlusoni, ministro se la Corte Europea gli desse ragione?

- Quanti danni ci creerebbe, a noi sudditi, votare a settembre piuttosto che sei mesi dopo, come si fa a non essere d'accordo con Alfano, quando dice che ci siamo già noi del PD, ora al Governo?

- Non ultimo, vogliamo sapere e subito, in quale modo saremo noi elettori a scegliere i parlamentari, i nostri rappresentanti, le persone cui delegare il nostro potere di governare, come prevede la nostra Costituzione?

Comunque una legge che sembra promuovere l'unirsi, l'aggregarsi, il fare insieme (Alfano: "Lo sbarramento? nessun problema, ci aggregheremo"; prove di intesa a sinistra attorno a Pisapia) e una buona cosa, questo specie per noi che usciamo da giorni in cui alcuni hanno voluto dividerci. 

Un sorriso

Arrigo    

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento