lunedì 5 giugno 2017

Ma che colleghi ho??

Ci siamo, purtroppo


In diretta TV, una rubrica sugli articoli dei giornali in edicola.


Come sapete un bimbo di sette anni è ricoverato in ospedale in prognosi riservata, a Torino, ferito nell'autogol della paura di un attentato in piazza.

Un "collega" scrive, insegna, pontifica: "Non è tempo di portare bambini nelle resse, l'ha portato una parente prendendosene la responsabilità".

Manca solo tu che la definisca assassina, "sciacallo".

Sono persone, cazzo, al dolore del prossimo si porta rispetto!

Aspetta a scriverlo almeno quando il bimbo starà bene, non è distrutta dal dolore, dalla paura!

Ma se tu lo facessi solo allora non ti cagherebbe nessuno vero?? 

Dov'è finita la deontologia? 

E come fa ad esistere un idiota che gioca agli attentati e sul sangue delle loro tante vittime e feriti??

Ma il comodo mestiere del giornalista ha un senso solo se non sprofondi nel baratro, ma se anzi cerchi di prendere per i capelli e tirare su!

Il direttore 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento