sabato 10 giugno 2017

Musei a cielo aperto

A Massa Lombarda


Domani, Domenica 11 giugno Massa Lombarda chiude “Musei a cielo aperto”, la rassegna con visite guidate, percorsi tematici, letture, teatro, poesia e musica che ha l’obiettivo di far conoscere i cimiteri locali per costruire una memoria diffusa e condivisa di un territorio attraverso la sua storia, la sua cultura e la sua arte.
Il ritrovo degli appuntamenti è davanti al cimitero locale. Alle 9.25 e alle 15 partono le visite guidate del Fai sui caduti della Prima guerra mondiale, artisti tra Otto e Novecento nel cimitero di Massa Lombarda e la simbologia funeraria ottocentesca. Alle 10.15 incontro su “La chiesa della Beata Vergine della Consolazione” a cura della professoressa Donatella Bezzi. 

Alle 10.40 i “Fatti e misfatti del cimitero monumentale di Massa Lombarda” al centro dell’incontro con Luigi Montanari. Alle 11.30 musiche di Bach eseguite al violoncello da Antonio Cortesi, mentre Daniela Solaroli leggerà le poesie di Giacinto Ricci Signorini. Alle 16.15, dopo il saluto dell’Amministrazione comunale, Paolo Gagliardi leggerà brani dalla sua raccolta “Fent, caval e re”. 

Alle 17 i “Camera Diletto” con Giacomo Sangiorgi al pianoforte, Chiara Pavesi al flauto traverso e Massimo Piepoli al clarinetto si cimenteranno con le musiche di Bottesini, Rossini, Brahms e Bizet. Alle 17.50 il coro “Ettore Antonio Ricci”, diretto dal soprano Aurora Rambelli, eseguirà canti popolari della Grande guerra e brani di musica sacra.

A conclusione della giornata, la sala del Carmine ospita un doppio spettacolo, a partire dalle 21. In primis, il pianista Pier Marco Turchetti, musicherà alcuni brani di “J’accuse”, titanica opera datata 1919, dovuta al genio di Abel Gance, una delle più importanti firme del cinema francese. “Pamphlet” antibellico per antonomasia, il film diviene un affresco di fosca potenza quando utilizza i sopravvissuti alle trincee della Grande guerra per inscenare una Armata dei morti, con puro piglio espressionista. 

Una esperienza visiva sconvolgente che si radica nella mente dello spettatore. La performer imolese Paola Contavalli, col solito potente estro, racconterà di quegli anni terribili con il monologo (arricchito da canzoni e immagini d’epoca) “La Grande guerra - I ragazzi del ’99”.

Gli appuntamenti sono a ingresso gratuito e sono organizzati in collaborazione con l’Amministrazione comunale. 

La direzione artistica di “Musei a cielo aperto” è di Paolo Gagliardi. La rassegna è stata organizzata dall’associazione “Storia e memoria della Bassa Romagna” in occasione della XVI Giornata europea dei musei a cielo aperto, con il patrocinio dei Comuni di Bagnacavallo, Lugo e Massa Lombarda, dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, della Provincia di Ravenna e della Regione Emilia-Romagna. Le visite guidate Fai sono a cura del liceo scientifico “Gregorio Ricci Curbastro” e del liceo classico “Fabrizio Trisi - Luigi Graziani”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento