mercoledì 7 giugno 2017

Scrittura Festival

Al chiostro del Carmine e al Pavaglione 

da domani giovedì 8 a Domenica 11 giugno ritorna a Lugo lo Scrittura festival, con due appuntamenti al giorno tra il Pavaglione e il chiostro del Carmine.

Il festival arriverà a Lugo dopo essere stato a Ravenna da lunedì 22 a Domenica 28 maggio.

Si inizia domani, giovedì 8 giugno alle 18.30 al chiostro del Carmine con Cristina De Stefano, scrittrice e giornalista che vive a Parigi e che parlerà del suo ultimo libro Sandalose (Rizzoli). 

Il libro si riferisce alle vite di donne libere e provocatorie, da Marguerite Duras a Nina Simone, che con allegria, eccesso e disperazione hanno fatto dello scandalo un’arma. 

La giornata proseguirà alle 21 al Pavaglione con Teresa Ciabatti. Il suo romanzo La più amata (Mondadori) è un’autobiografia che attraversa i misteri italiani, dal neo-fascismo alla P2, ed è uno dei candidati favoriti per vincere il Premio Strega 2017. Ciabatti, critica letteraria del Corriere della Sera, è considerata una delle voci più autorevoli della letteratura di questi anni.

Venerdì 9 giugno alle 18.30 al chiostro del Carmine sarà ospite Alberto Rollo. Storico direttore editoriale di Feltrinelli, ha lanciato molti degli autori più importanti del panorama italiano tra cui Antonio Tabucchi, Stefano Benni e Alessandro Baricco. Oggi lavora per Baldini&Castoldi dove sta rilanciando la casa editrice con nuove iniziative. Il suo romanzo autobiografico si intitola Un'educazione milanese.

Alle 21 al Pavaglione sarà sul palco Lidia Ravera. Con Porci con le ali l’autrice segnò l’immaginario della controcultura degli anni ’70. Ora è tornata per raccontare come quei giovani ribelli sono invecchiati con Il terzo tempo (Bompiani).

Sabato 10 giugno alle 18.30 al Chiostro del Carmine sarà la volta di Michele Dalai, editore, voce di Rai Radio2 con Ettore in cui racconto in radio storie di antieroi contemporanei. Autore ironico e anticonformista è tornato in libreria con La lentezza della luce (Mondadori) romanzo sul gioco del calcio visto dagli occhi di un ragazzino: Ci vuole talento anche a non aver talento.

La serata vedrà alle 21 al Pavaglione Luca Briasco. Per molti anni editor della narrativa straniera di Einaudi, oggi passato a MinimumFax, Briasco parlerà di letteratura americana contemporanea da Foer a Franzen passando per Philip Roth e Cormac McCarty disegnando un panorama di aneddoti e stili che ha segnato la scrittura moderna.

Il festival si concluderà con due grandi ospiti Domenica 11 giugno. Si partirà alle 18.30 ai Chiostro del Carmine con Andrea Vitali, scrittore che ha venduto oltre quattro milioni di copie raccontando le disavventure degli abitanti di un piccolo paesino di Bellano sul lago di Como. Il suo ultimo romanzo è A cantare fu il cane (Garzanti) ambientato in una nottata turbolenta, tra ladri, fughe, amori, e un bastardino ringhioso e mordace.

Alle 21 ci sarà la grande chiusura del festival sul palco del Pavaglione con il nuovo spettacolo “Parole Note”, che farà dialogare musica e poesia. Direttamente da Radio Capital e Radio DeeJay, Giancarlo Cattaneo e Maurizio Rossato allestiranno un suggestivo flusso di testi, musiche e immagini che hanno l'obiettivo di far leva sulle emozioni, talvolta sopite.

Nel periodo del festival sarà inoltre allestita alle Pescherie la mostra “Post Places” con le opere di venti artisti figurativi italiani che si sono confrontati con l’idea di luogo selezionati da Crac - Centro Romagna ricerca arte contemporanea.

Lo Scrittura festival è realizzato dall’associazione Onnivoro sotto la direzione di Matteo Cavezzali, con il patrocinio e il contributo del Comune di Lugo, Comune di Ravenna, Regione Emilia-Romagna, Fondazione del Monte, Cassa di Risparmio di Ravenna e Cmc.

Tutti gli incontri sono a ingresso gratuito. 

In caso di pioggia gli incontri si terranno al salone Estense, tranne Parole Note che sarà spostato al teatro Rossini. 

Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.scritturafestival.com.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento