mercoledì 12 luglio 2017

All'Arena delle balle di paglia di Cotignola

Prendono forma le opere d'arte di terra e di fiume


A poche ore dall’inaugurazione, prendono forma le nuove opere di land art che prenderanno posto nell’Arena delle balle di paglia di Cotignola, che inaugurerà domani, giovedì 13 luglio.



L’arte di terra e di fiume occuperà tutti gli spazi dell’Arena. Sull’argine del Senio ci saranno le “Memorie del fuego” su bracieri arrampicati sull’aria di Oscar Dominguez e la Luna di Gerri. Nel bosco delle acacie si trova il Guardiano del Canale del mulino e la Stanza con un cielo di spighe di Stefano Brienza. 

In un porto canale immaginario, c’è la Meridiana dell’ora dell’Arena di Rodolfo Gaudenzi. Nel cortile di Casa Ercolani, “Campestre - Esterno notte”, un reliquiario agricolo tra nebbie e pallori felliniani, di Claudio Ballestracci con i suoni di Marco Pandolfini. Attraverso una finestra di Casa Belvedere, la videoinstallazione Esso di Carloni-Franceschetti. Nella Golena dei poeti, “Intrecci di canapa che filano con il fato” di Laura Rambelli. Nella Golena dei morti felici c’è il Pagliaio di Primola. In via Peschiera, Gola Hundun dipinge un muro di una casa pericolante avvolta nell’edera.

“Felliniani e filosofi di campagna” è il tema della nuova Arena delle balle di paglia, giunta alla nona edizione, che si terrà dal 13 al 18 luglio, dove il fiume Senio incontra il Canale emiliano romagnolo.

Il filo conduttore di quest’anno è “Felliniani e filosofi di campagna”, che ha portato suggestioni inedite come il circo (sabato 15 luglio) o i teatri mobili, allestiti tutte le sere nella carraia d’ingresso, e un’infinità di personaggi che esploreranno tutte le arti che fanno vivere l’Arena: la musica, il teatro, la poesia, ma anche l’arte stessa della vita, con storie che meritano di essere raccontate.

Tutti gli aggiornamenti e il programma completo sono disponibili sul sito www.primolacotignola.it e sulla pagina Facebook “Nell’Arena delle balle di paglia”.

Per ulteriori informazioni, chiamare il numero 333 4183149 (dalle 16 alle 20).

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento