sabato 1 luglio 2017

E io pago

Scandalo senza fine nel “giardino degli incanti”. E io pago….


Questo, citando il grande Totò, potrebbe essere il commento all’intervento dell’Ufficio tecnico comunale: pagare qualcuno per annaffiare il deserto, ossia il piazzale del Pavaglione ed evitare il disseccarsi di tutti gli alberi appena collocati e già con foglie autunnali. Follia dopo follia


Grazie alla stampa si apprende che la giunta ha stanziato 6700 euro + iva per la manutenzione annuale di queste piante destinate a deperire poiché collocate in vaso in un piazzale desertico.

Si sperava che l’attuale Amministrazione si fermasse prima di portare alle estreme conseguenze il progetto, peraltro partecipato (sic!) ed ereditato dalla Giunta Cortesi, poiché la messa a dimora di 12 piante sarebbe costata E 42.000 che vanno a sommarsi ai circa 600mila dell’intervento generale

Invano!

Il progetto iniziale si chiamava giardino degli incanti; oggi, i famosi burdèl del bar Radium , l’avrebbero ribattezzato, visto il contesto, giardino dei miraggi o , più probabilmente, degli incantè ,ossia i lughesi, quelli che pagano….

Una sola domanda , dato il generale silenzio assordante: a Lugo esiste ancora l’opposizione in Consiglio comunale? 


Gabriele Serantoni (portavoce Verdi –Lugo)

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento