lunedì 17 luglio 2017

Equilibrare gli organici di tutti gli ambiti territoriali dell'Ausl

Riceviamo e pubblichiamo

Ponendosi nell’alveo tracciato dalla Regione Emilia Romagna, l’Ausl sta mettendo in campo politiche importanti dal punto di vista del personale attraverso investimenti significativi per rafforzare, qualificare e ulteriormente equilibrare gli organici di tutti gli ambiti territoriali.


Le relative azioni, che miglioreranno la presa in carico dei pazienti e la qualità del lavoro per gli operatori, riguardano da un lato la salvaguardia della consistenza degli organici, con particolare riferimento a quello sanitario e tecnico assistenziale, dall’altro il consolidamento delle posizioni lavorative oggi coperte da personale a tempo determinato, attraverso il graduale passaggio a rapporti di lavoro a tempo indeterminato per mezzo delle necessarie procedure.

Partendo dal personale medico e in particolare dai ruoli apicali, per quanto riguarda Ravenna, nel recente passato sono stati nominati i direttori dei Distretti di Ravenna dottoressa Roberta Mazzoni e di Faenza e Lugo dottoressa Marisa Bianchin, con l’intendimento di dare un forte impulso alle cure territoriali in un ambito, quello della provincia di Ravenna, in cui sul fronte dell’integrazione e collaborazione coi medici di medicina generale e coi pediatri di libera scelta, vi sono ancora importanti margini di miglioramento. Ad ulteriore riprova dell’importanza attribuita alle cure territoriali, sono in corso di espletamento le procedure per la copertura della direzione delle Cure Primarie di Ravenna, Faenza e Lugo

Sono stati inoltre già nominati, a livello ospedaliero, i primari di Ematologia dottor Francesco Lanza, di Gastroenterologia dottor Omero Triossi, di Oncologia dottor Federico Cappuzzo, di Neurologia dottor Pietro Querzani, di Geriatria di Faenza dottoressa Maria Laura Spinelli, di Chirurgia Generale di Faenza dottor Giampaolo Ugolini, e le direzioni mediche degli ospedali di Ravenna, dottor Stefano Busetti e di Lugo dottoressa Marisa Bagnoli.

Sette strutture complesse che vanno a riassestare un quadro che presentava lacune, e che specialmente nell’area oncologica (coi primariati di oncologia ed ematologia) esce fortemente rafforzato. E’ stato inoltre nominato in questi giorni il primario della Medicina Interna di Lugo, dottor Pierluigi Giacomoni e sono in corso di svolgimento le selezioni per le coperture dei primariati di Anatomia Patologica di Ravenna, Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza di Lugo. 

Sono state infine già bandite le selezioni per la copertura del Centro di Salute Mentale, area su cui si concentra una grande attenzione da parte delle associazioni dei famigliari, e dell’Ostetricia e Ginecologia per dare una guida stabile ai tre punti nascita di Ravenna, Faenza e Lugo. Sarà inoltre richiesta a breve, in Regione la coperture del primariato di Pneumologia.

Si tratta, complessivamente, di 18 direzioni di struttura complessa, cui si aggiungono quelle di livello aziendale, che riguardano dunque anche Ravenna, vale a dire la Farmacia Centralizzata di Pievesestina, la Genetica Medica ed il servizio di Immunologia e Medicina Trasfusionale (il concorso è in corso di espletamento).

A quanto sopra si aggiungeranno le stabilizzazioni di circa 220 posizioni, di personale sia medico sia infermieristico e tecnico, oggi coperte da dipendenti a tempo determinato e rispetto alle quali si provvederà gradualmente alla copertura a tempo indeterminato. Inoltre va ben sottolineato che si provvederà alla copertura dell’intero turnover dei pensionamenti, del personale sia medico sia del comparto, operazione di grande rilievo in particolare considerando che da diversi anni il turnover non era mai stato coperto al 100 per cento, ma con percentuali significativamente più contenute.

“E’ nostra intenzione – commenta il direttore generale Marcello Tonini – dedicare la massima attenzione al tema del personale, potendo peraltro contare sul pieno sostegno della giunta della Regione Emilia Romagna. La cura, la presa in carico e l’assistenza sono le nostre uniche vere priorità, e le nostre politiche di bilancio sono e resteranno orientate a destinare ogni risorsa disponibile a questo. In particolare la copertura dei ruoli apicali di responsabilità attraverso le procedure selettive in corso, consentirà sicuramente di dare maggiore stabilità al governo delle strutture aziendali.

Siamo ben consapevoli delle importanti criticità che permangono sugli organici, in particolare per l’area della medicina internistica e della radiologia. Voglio però rassicurare sul fatto che in tempi brevi la situazione migliorerà: per la radiologia sono già in corso le chiamate di personale che entrerà in ruolo tra fine luglio e inizio agosto; per la medicina internistica sono in corso le selezioni che porteranno alle immissioni in ruolo tra fine agosto ed inizio settembre. 

E l’attenzione in generale, sull’ospedale, resterà alta. Contestualmente vogliamo spingere forte sullo sviluppo del territorio e dopo Sant’Alberto e San Pietro in Vincoli, stiamo verificando con l’amministrazione del Comune di Ravenna i percorsi per attivare nuove Case della Salute in particolare nell’area costiera”.

Ufficio Stampa Ausl Romagna
Dott. Francesco Pagnini
Azienda U.S.L. della Romagna
francesco.pagnini@auslromagna.it

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento