martedì 4 luglio 2017

I murales dedicati a custode Marcucci

 A Sant'Agata realizzati dal pittore comacchiese Riccardo Buonafede


In via Mazzini si è tenuto il brindisi di inaugurazione dei dipinti di arte urbana realizzati in omaggio al famoso liutaio santagatese Custode Marcucci.
Presenti per l’occasione il pittore Riccardo Buonafede, sindaci e assessori di comuni limitrofi, rappresentanti delle associazioni santagatesi, le signore Vitalia e Patrizia Marcucci, rispettivamente nipote e pronipote del liutaio.

Dopo il saluto del sindaco Enea Emiliani, i ricercatori storici Armando Capucci, Costantino Gianstefani, Giovanni Baldini e Decio Testi hanno tracciato un profilo dell'umile liutaio Custode Marcucci.

Sull'opera è in corso la realizzazione di un video a cura della regista Giuli Bene, che rappresenterà una cartolina animata di Sant’Agata e del suo famoso liutaio.

Marcucci nacque a Lugo nel 1864 ma visse e operò a Sant’Agata sul Santerno. Primogenito di sei figli, fino a 15 anni lavorò nei campi, poi iniziò la sua passione per la falegnameria specializzandosi come bottaio e non solo. 

Le sue abilità erano infatti richieste anche per la costruzione di gambe di legno per i mutilati. Quasi per caso iniziò la sua carriera di liutaio di fama. Sono stati centinaia gli strumenti costruiti nella sua carriera tra violini, viole, contrabbassi, chitarre e soprattutto violoncelli, che ancora oggi suonano su palcoscenici internazionali e di prestigio. Custode Marcucci morì nella sua casa di Sant'Agata sul Santerno il 3 dicembre 1951, all’età di 87 anni.

Riccardo Buonafede, artista comacchiese di 33 anni, è diplomato in "decorazione plastica" all’istituto d’arte “Dosso Dossi” di Ferrara. Per le sue opere si ispira ad artisti come Andy Wahrol, Salvador Dalì e il Caravaggio; è appassionato di musica, cinema, politica e surf, temi che entrano prepotentemente nella sua vita artistica.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento