mercoledì 26 luglio 2017

Il Massa Lombarda nel girone 3 della serie A1 mascihile

Sarà dura mantenere la categoria


Tennis Club Italia Forte dei Marmi, Tennis Club Schio e Due Ponti Roma: ecco le avversarie del Circolo Tennis Massa Lombarda nel girone 3 del campionato di serie A1 maschile.




La Federazione Italiana Tennis ha infatti ufficializzato la composizione dei quattro gironi in cui sono suddivise le 16 compagini partecipanti e il calendario della prima fase del massimo campionato, che prenderà il via il 15 ottobre per concludersi il 19 novembre (poi le sfide per play-off e play-out).

Dopo il brillante esordio della passata stagione, da matricola assoluta, con la permanenza in categoria conquistata direttamente grazie al secondo posto nel girone lottando fino all’ultimo con il Tc Crema per accedere alle semifinali, la formazione romagnola, capitanata da Michele Montalbini, si appresta alla sua seconda avventura in questa competizione di vertice. 

Come lo scorso anno, saranno ancora i campi di Villa Bolis, a Barbiano di Cotignola, ad ospitare gli incontri casalinghi del Ct Massa Lombarda, in attesa della realizzazione della nuova struttura con due campi in sintetico (deliberata dall’amministrazione comunale) che andrà finalmente a risolvere il problema impianti nella sede del circolo di via Fornace.

L’esordio, il 15 ottobre (è fissato per le ore 10 l’inizio degli incontri, 4 singoli e 2 doppi), sarà proprio con un match interno con una ‘vecchia conoscenza’ come il Due Ponti Roma di Potito Starace, già affrontato nella passata stagione. 

Sette giorni dopo ecco la prima trasferta, salendo in Veneto per affrontare il Tc Schio (sul sintetico indoor), poi altri due viaggi, il 29 ottobre a Forte dei Marmi, a chiudere l’andata sui court in terra del Tc Italia (finalista dell’ultima edizione del campionato e che ha in rosa punte di diamante come il davisman azzurro Paolo Lorenzi e il tedesco Jan-Lennard Struff) e il 5 novembre nella Capitale, per aprire il girone di ritorno rendendo visita al Due Ponti. Quindi i due impegni interni, prima contro la formazione veneta (12 novembre) e poi contro il quotato team versiliese il 19 novembre per terminare il girone all’italiana.

Invariata è la formula della competizione: la prima di ciascun gruppo accede ai play-off scudetto (semifinali andata e ritorno il 26 novembre e 3 dicembre, poi finale in sede unica il 9 e 10 dicembre), la seconda si assicura la permanenza in categoria, mentre terze e quarte si giocano i play-out per la salvezza in A1 (anche in questo caso 26 novembre e 3 dicembre).

La squadra sponsorizzata da Oremplast, l’azienda della famiglia Pagani che è partner a 360 gradi dell’intero progetto sportivo del circolo, può contare su un paio di new entry rispetto all’organico del 2016. L’innesto più significativo, almeno per gli appassionati romagnoli, è quello di Federico Gaio, 25enne nato a Faenza (il 3 marzo 1992), attualmente numero 205 della classifica mondiale dopo che in primavera ha ritoccato il proprio best ranking salendo al numero 146, dopo aver raggiunto per la prima volta i quarti in un torneo Atp, a Quito, lui che vanta due affermazioni a livello challenger, l’estate scorsa a San Benedetto del Tronto e Biella, e 7 titoli Futures ITF. 

L’altro volto nuovo arriva dalla Spagna ed è Enrique Lopez-Perez, nato a Madrid (dove risiede) il 3 giugno 1991 e attualmente numero 271 del ranking Atp (è arrivato fino al numero 162 il 20 febbraio), lo scorso anno finalista al challenger di Torino e con 17 titoli ITF messi in bacheca fin qui in carriera.

Questi due giocatori vanno ad affiancarsi ai confermati Thomas Fabbiano, fin qui protagonista di un brillante 2017, con ingresso nei top 100 Atp (best ranking al numero 86) e partecipazione in tabellone principale a Wimbledon e ai prossimi US Open, Stefano Travaglia, a sua volta in splendida ascesa nel circuito, con ingresso nel main draw dello Slam londinese su erba e 146esimo posto nella classifica mondiale, Stefano Napolitano e l’altro spagnolo Adrian Menendez Maceiras quali giocatori extra vivaio, mentre saranno Samuele Ramazzotti, Lorenzo Rottoli e Alessio De Bernardis i giovani del vivaio in rosa (completano l’elenco degli atleti a disposizione i giocatori locali Edoardo Rivola, Filippo Albonetti e Federico Raimondi).

“Come prima impressione direi che si tratta di un girone impegnativo, come del resto lo sono un po’ tutti in un campionato di vertice come questo dove andiamo a misurarci con delle corazzate – il primo commento del presidente Fulvio Campomori – come è ad esempio il Tc Italia Forte dei Marmi, che ha conquistato lo scudetto nel 2012 e nel 2015, e l’ha sfiorato nell’ultima edizione, cedendo in finale al Park Genova. E quest’anno per riprovarci ha tesserato anche Matteo Donati prelevandolo dal Tc Crema. Una modifica al regolamento prevede la presenza in campo di almeno due giovani del vivaio, mentre non sarà più contemplata la modalità dei ‘giocatori +8’, cioè tesserati da più di 8 anni. In tal senso dovremo fare a meno di un giovane prezioso come Julian Ocleppo, che ha preferito tornare a giocare ad Alba, sua città di residenza, in serie B. 

Comunque riteniamo di avere allestito una squadra competitiva, adatta a tutte le superfici. Oltre ai progressi compiuti in questa stagione da Thomas Fabbiano e Stefano Travaglia, che stanno ritoccando più volte il loro best ranking e probabilmente anche in autunno avranno impegni individuali nel circuito, riponiamo grande fiducia anche in Federico Gaio, un romagnolo doc in una squadra romagnola, sapendo che sa esprimersi bene nelle competizioni a squadre, anche per le sue qualità in doppio. 

E discorso analogo vale pure per Stefano Napolitano. Mancano oltre due mesi e mezzo al campionato e quindi ancora non possiamo conoscere con esattezza la programmazione dei giocatori e la loro eventuale disponibilità. Sarà come sempre il capitano Michele Montalbini a gestire con maestria i vari elementi in organico per schierare il team migliore giornata dopo giornata, aiutando anche i più giovani Samuele Ramazzotti, Lorenzo Rottoli e Alessio De Bernardis. Dalla loro crescita e dal loro rendimento, all’interno di un gruppo affiatato e compatto, passa il raggiungimento dell’obiettivo salvezza, primario per una piccola realtà come la nostra”.

CALENDARIO DEL GIRONE 3

Prima giornata (15 ottobre)

Circolo Tennis Massa Lombarda – Due Ponti Ssd Roma

Tennis Club Italia Forte dei Marmi – Tennis Club Schio


Seconda giornata (22 ottobre)

Tennis Club Schio – Circolo Tennis Massa Lombarda

Due Ponti Ssd Roma – Tennis Club Italia Forte dei Marmi


Terza giornata (29 ottobre)

Tennis Club Italia Forte dei Marmi – Circolo Tennis Massa Lombarda

Tennis Club Schio – Due Ponti Ssd Roma


Quarta giornata (5 novembre)

Due Ponti Ssd Roma – Circolo Tennis Massa Lombarda

Tennis Club Schio - Tennis Club Italia Forte dei Marmi


Quinta giornata (12 novembre)

Circolo Tennis Massa Lombarda - Tennis Club Schio

Tennis Club Italia Forte dei Marmi - Due Ponti Ssd Roma


Sesta giornata (19 novembre)

Circolo Tennis Massa Lombarda - Tennis Club Italia Forte dei Marmi

Due Ponti Ssd Roma – Tennis Club Schio


LE FORMAZIONI DEL GIRONE 3

Circolo Tennis Massa Lombarda: Thomas Fabbiano (1.4), Federico Gaio (1.7), Enrique Lopez Perez (1.6), Stefano Napolitano (1.11), Adrian Menendez Maceiras (1.13), Stefano Travaglia (1.19), Samuele Ramazzotti (2.3), Lorenzo Rottoli (2.5), Alessio De Bernardis (2.6), Filippo Albonetti (3.2), Edoardo Rivola (3.2), Federico Raimondi (3.4).

Tennis Club Italia Forte dei Marmi: Paolo Lorenzi (1.1), Inigo Cervantes (1.3), Jan-Lennard Struff (1.4), Matteo Donati (1.9), Filippo Volandri (1.14), Matteo Marrai (2.1), Walter Trusendi (2.1), Marco Furlanetto (2.5), Edoardo Graziani (2.5), Alessio Grasso (2.6), Jacopo Calvani (2.7), Mattia Mancini (2.8), Manfredi Graziani (3.3), Luis Gomar Monio (3.4)

Due Ponti Ssd Roma: Potito Starace (2.2), Lorenzo Abbruciati (2.3), Giulio Di Meo (2.3), Federico Teodori (2.3), Stefano Tarallo (2.4), Cristiano Compagnone (2.6).

Tennis Club Schio: Lorenzo Giustino (1.10), Grega Zemlja (2.2), Riccardo Ghedin (2.3), Philipp Oswald (2.4), Massimo Bosa (2.5), Pietro Pettinà (2.8), Matjaz Jurman (3.1), Leonardo De Rigo (3.2), Gabriele Broccardo (3.3), Daniele Savio (3.3), Francesco Zanon (3.4).

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento