mercoledì 19 luglio 2017

Intrecci d'artista

Laura Medici al Barakà
di Lucia Baldini


Intrecci: un tratto, un segno, un filo, un colore, un'intenzione che può essere spezzata, può esaurirsi ma comunque c'è ed è in contatto con l'altro




Imprimendosi sulla superficie di un'opera il segno sottolinea deciso la sua volontà di esserci, di lasciare una traccia e sentirsi immanente con la sua storia.

La forma è plasmata dai contrasti di colore, passando dal disegno a embrioni di scrittura, districandosi in una tecnica mista di strappi e collage. 

Laura concepisce i suoi lavori come pagine, per la maggioranza su effettivi cartoni, o tele, dove segno e colore si intrecciano per narrare i movimenti degli stati d' animo e dei sentimenti che scuotono e alimentano le radici dell' essere.

La mostra a Lugo è l'ultima ma non ultima a livello di eventi analoghi, che l'hanno vista spaziare con successo su scala regionale e nazionale, sia in modalità personale sia collettiva.

Docente di arte, Laura Medici si è diplomata al Liceo Artistico di Ravenna e laureata a Bologna all'Accademia di Belle Arti, nel corso di pittura. 

Elabora racconti, poesie, illustrazioni, pitture, realizzando libri/oggetti e libri d'artista; ha curato e cura la presentazione critica di mostre in area regionale e le sue esposizioni sono molto visitate ed apprezzate. 

Ha scritto Salvatore Foschini, riferendosi alla gestione dell'angosciante fluire dei pensieri, che Laura riesce a creare " una fitta rete di corrispondenze fra segno grafico e segno pittorico"; Mario Mazzotti parla di "sequenza intermittente e spezzata senza apparente logica ma assistita dallo snodarsi del testo".

Saziare la mente, il cuore e l'appetito, ecco il fine di una serata al Barakà, e sarà una serata spesa bene, fra le tante che Lugo ci offre in questo periodo. Tutta da gustare, arte che si somma all'arte.

Lucia Baldini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento