mercoledì 19 luglio 2017

La Notte Verde all'Ecomuseo delle Erbe Palustri di Villanova

Tutto esaurito


Tutto esaurito alla Notte Verde organizzata presso l'Ecomuseo delle Erbe Palustri di Villanova di Bagnacavallo. 


L'area esterna dell'etnoparco “Villanova delle capanne” si è riempita infatti di tende, ospitando oltre cento persone tra adulti e bambini e trasformandosi in un piccolo campeggio temporaneo per il pernottamento delle famiglie che hanno aderito all'iniziativa. A partire dalle 18 hanno avuto inizio i vari laboratori, per bambini e genitori, che si sono susseguiti fino all'ora di cena nella sala conviviale dell'Ecomuseo.

Uno dei primi appuntamenti, al quale hanno partecipato una ventina di “giovanissimi scienziati”, è stato quello con Evangelista Torricelli faventinus, l’uomo che pesò l’aria e con L'amico drone, a cura di Gian Paolo Costa del Ceas della Romagna Faentina. Bambini e genitori, molto interessati, hanno potuto verificare come noi – alla pari di tutti gli altri esseri animati terrestri - altro non siamo, come scrisse Torricelli, che pesci «in un pelago di aria». E nell’aria circostante, al termine del laboratorio allestito in una delle capanne di quella singolare tradizione villanovese che l'Ecomuseo illustra e propone ai visitatori, si è alzato un drone che, collegato wi-fi con uno schermo video, ha mostrato il luogo da un diverso punto di vista.

Un nutrito gruppo di genitori ha seguito invece Fabio Benzoni, che l'ha guidato alla scoperta e al riconoscimento delle piante dell'orto e del prato incolto, dispensando alcuni consigli da appuntare nel Quaderno di campagna distribuito ai partecipanti.

Alcune mamme e alcuni bambini si sono affidati alla sapienza di nonna Afra, realizzando un elegante e profumatissimo fuso di lavanda, utilizzato per profumare cassetti, armadi e come antitarme naturale. Dopo cena la serata si è conclusa davanti alla suggestiva casa capanna, con lo spettacolo di burattini animati da Sabina Morgagni.

Il risveglio è stato come sempre affidato alle anatre dello stagno e al cinguettio degli uccelli che preannunciano la prima colazione e l'ora dei saluti, con l'arrivederci alla prossima edizione.

L'iniziativa, organizzata dall'Associazione Culturale Civiltà delle Erbe Palustri, rientra fra i progetti rivolti alle famiglie, nell’ambito delle politiche dei Servizi Educativi dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, attività che stanno particolarmente a cuore al Comune di Bagnacavallo e all'Ecomuseo che da sempre mettono in primo piano la formazione di cittadini più consapevoli.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento