martedì 18 luglio 2017

La poesia del martedì

A Badoia

Questa l'è par Badoia
quel che tota la zeit l'imbroia.
Prema t'è tolt in cà i tedesc
e pu t as e las in te tramesc,
t at cì aviè cun Viturin
quel che tent l'à fat sufrì
e un gnera teit chi dgeva:
quel l'è un bon padr d fameia
e invezi ades i dis che la zeit iè tot precis.
Me invezi a voi pinsè
che e nov gueran usè furmè
e che i tira un pò in se dret
e che i aiuta un pò i puret
acsè dman sgnur prit  e frè
tot insei a lavurèa.
Se dmà ui srà un tot d pà
tot quant i arà i diret
d'avè un su tuchet.
Questa è per Badoia, quello che imbroglia tutti. Prima ti sei preso in casa i tedeschi, poi ci hai lasciato nei guai, te ne sei andato con Vittorino, quello che ne ha fatti soffrire tanti e molti dicevano: Quello è un buon padre di famiglia e invece adesso dicono che la gente è tutta uguale. Invece io voglio pensare che il nuovo governo che si è formato  sia efficiente e aiuti un po' i poveri, così domani signori, preti e frati, tutti insieme a lavorare. Se domani ci sarà del pane tutti avranne diritto di avere il proprio pezzettino

Francesco Pironi 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento