martedì 25 luglio 2017

Lotta alla zanzara

L’ordinanza rimarrà in vigore fino al 31 ottobre

A seguito di proposta dell’Ausl della Romagna, anche quest’anno i nove Comuni dell’Unione della Bassa Romagna hanno adottato congiuntamente un’ordinanza per l’effettuazione di trattamenti adulticidi straordinari contro la zanzara comune del genere Culex, per la prevenzione dell’infezione dal virus “West Nile”.
Si tratta di una misura preventiva necessaria a seguito dell’evidenza della circolazione del virus in alcune aree della regione.

Per la prevenzione dell’infezione da virus West Nile è necessario ridurre al massimo la popolazione delle zanzare comuni, oltre a quella della zanzara tigre, attuando rigorosamente gli interventi di lotta antilarvale (già previsti nella campagna lanciata ad aprile con la distribuzione dei prodotti antilarvali e l’emissione di apposite ordinanze per il trattamento delle acque domestiche stagnanti) ed effettuando interventi straordinari preventivi con adulticidi dove siano in programma manifestazioni che comportino il ritrovo di molte persone all’aperto nelle ore serali.

A tutti i soggetti che a qualsiasi titolo siano autorizzati a effettuare manifestazioni che comportino il ritrovo di molte persone all’aperto in aree verdi o in zone con presenza di verde nelle ore serali è fatto obbligo di effettuare interventi straordinari adulticidi preventivi secondo le modalità indicate nelle “Linee guida regionali per un corretto utilizzo dei trattamenti adulticidi contro le zanzare”. 

Le modalità sono reperibili al link http://www.zanzaratigreonline.it/Lineeguidaperglioperatori/tabid/582Default.aspx.

È necessario affidare l’esecuzione dei trattamenti a ditte specializzate del settore e affiggere nell’area interessata con almeno 24 ore di anticipo cartelli informativi alla cittadinanza che riportino la data e l’ora del trattamento. Infine, gli organizzatori della manifestazione sono tenuti a dare comunicazione preventiva della data del trattamento adulticida all’Associazione romagnola apicoltori al seguente indirizzo email: info@arapicoltori.com.

Le ordinanze rimarranno in vigore fino al 31 ottobre 2017, salvo eventuali proroghe.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento