lunedì 17 luglio 2017

Multati perchè abbandonavano rifiuti per strada

Multati dalla polizia provinciale

La Polizia provinciale di Ravenna ha multato a Massa Lombarda sette cittadini, filmati dalle telecamere mentre abbandonavano alcuni rifiuti al di fuori degli appositi contenitori. A loro sono state elevante sanzioni fino a 500 euro.
L’identificazione dei trasgressori è frutto del lavoro fatto nei mesi scorsi dal Comune di Massa Lombarda, grazie all’aiuto della Polizia provinciale, che ha effettuato alcuni sopralluoghi, controlli e appostamenti. 

Queste attività, unite alle immagini delle fotocamere sistemate in città (nel centro urbano e nelle aree artigianali e industriali), hanno portato alla scoperta dei cittadini che in diverse occasioni hanno scaricato abusivamente rifiuti ingombranti e non in prossimità dei cassonetti della raccolta dei rifiuti e vicino alle aree artigianali e industriali. I soggetti avevano abbandonato oggetti di diverso tipo, da taniche e bidoni contenenti sostanze liquide a poltrone, mobili e un frigorifero.

“Si tratta di gesti incivili e che possono causare anche gravi danni ambientali a scapito di tutta la collettività – ha commentato Laura Avveduti, assessora all’Ambiente del Comune di Massa Lombarda -. Nonostante i diversi servizi messi in campo da Hera, come il ritiro gratuito a domicilio di rifiuti ingombranti, di amianto o sfalci e potature, capita spesso che rifiuti di ogni genere vengano abbandonati fuori dai cassonetti o addirittura nelle immediate vicinanze della Stazione ecologica, ma i controlli della Polizia provinciale e municipale sono continui e spesso, anche attraverso le segnalazioni dei cittadini, si riesce a individuare i trasgressori”.

Per diminuire la produzione di rifiuti indifferenziati e prevenire gli abbandoni, l’Amministrazione comunale nei mesi scorsi ha attivato il servizio di raccolta porta a porta nel centro storico anche per la plastica e vetro/lattine, con contenitori dedicati anche per l’indifferenziato. Inoltre, il Comune di Massa Lombarda, secondo i dati del 2016 forniti dalla Regione Emilia-Romagna, è primo nella Provincia di Ravenna con una percentuale di raccolta differenziata del 63,7%.

“Sono dati confortanti – conclude Avveduti - perché significa che i cittadini rispondono bene alle sollecitazioni su questo tema. La nostra attenzione però non è finita, in quanto la normativa regionale spinge verso percentuali ben più alte (oltre il 70%) da raggiungere entro il 2020. Continuerà quindi l’impegno dell’Amministrazione, anche in stretta collaborazione con Hera, gestore del servizio”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento