lunedì 17 luglio 2017

Nasce il comitato per la salute dei lughesi

"No al bavaglio dell'informazione all'Ospedale di Lugo" 

Recentemente ha emanato una direttiva in cui si precisa che tutti i comunicati stampa e le comunicazioni anche informali ai mass media da parte del personale dovranno o essere preventivamente sottoposte alla Direzione generale inviando le bozze delle mail alla segreteria di Direzione che si impegna a rispondere in tempi brevi.


Riteniamo che questa nota a firma della dottoressa Marisa Bagnoli, direttrice del presidio ospedaliero, sia un autentico bavaglio per gli operatori sanitari di ogni livello e costituisca una violazione della circolazione delle idee tutelata dalla Costituzione (art.3 e21).

Ad opporsi a questa deriva autoritaria che investe l’ospedale ed a segnalarne eventuali disfunzioni vuole essere il neocostituito Comitato per la salute dei lughesi : ne fanno parte Mirna Testi e Sergio Seganti, ex dipendenti ospedalieri , con il portavoce Gabriele Serantoni.

Nell’occasione , il Comitato chiede pubblicamente alcune risposte alle domande contenute in una nota inviata anche al direttore generale Tonini e al sindaco Ranalli, responsabile per legge della salute dei lughesi:

a) si è consapevoli che le ambulanze attualmente in dotazione hanno in media 500 mila Km e, in generale, si può conoscere qual è l’effettiva situazione del reparto macchine?

b) Il sistema informatico è riferito al 2000 e, pertanto, andrebbe aggiornato al 2017 per permettere una migliore efficienza del servizio prenotazioni: cosa si pensa di fare

Comitato per la salute dei Lughesi
(info:335.6347844)

Verdi Lugo

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento