sabato 22 luglio 2017

Occorre il sottopasso carrabile leggero in via Piano Caricatore

Nell'area dell’ex acetificio Venturi 
Il Gruppo consiliare per La Buona Politica

L’intervento di riqualificazione dell’area dell’ex acetificio Venturi è una scelta importante per consentire il recupero di una porzione di territorio comunale, ubicata immediatamente a ridosso del centro storico e lasciata, per decenni, in uno stato di profondo degrado e abbandono.

Si tratta di un’operazione urbanistica complessa, il cui successo dipende, in gran parte, dalla risoluzione di alcune criticità, la maggiore delle quali riguarda i flussi di traffico che il nuovo insediamento commerciale e di edilizia residenziale, andrà a scaricare, in primo luogo, sul quartiere di Madonna delle Stuoie, ma non solo.

A giudizio del gruppo consiliare Per la Buona Politica, l’area in oggetto risente, storicamente, di una difficoltà di collegamento dei residenti con il centro della città, in parte oggi mitigata dalla realizzazione del sottopasso carrabile che immette nella strada provinciale Felisio; difficoltà che il nuovo insediamento commerciale mette ulteriormente in luce.

E’ stato infatti calcolato, nelle rilevazioni compiute dai consulenti del progetto di riqualificazione, un carico aggiuntivo giornaliero di 4.380 autoveicoli riguardanti, per il 65%, una utenza in gran parte lughese, dunque di autovetture che vengono dai quartieri di Lugo e dal forese per andare al supermercato e che debbono rientrare utilizzando la viabilità ordinaria esistente.

Il gruppo consiliare Per la Buona Politica che nel mese di febbraio scorso ha presentato un documento con le proprie osservazioni al progetto di riqualificazione dell’area dell’ex acetifico Venturi, oggi punta l’accento con forza su quello che ritiene essere l’intervento principale ed urgente per attenuare la criticità rappresentata dai volumi di traffico auto veicolare che il nuovo centro commerciale del Conad andrà ad alimentare.

La convenzione esistente fra le Ferrovie ed il Comune di Lugo, sottoscritta nel 2003 e successivamente aggiornata nel 2004 e, da ultimo nel 2014, prevedeva la soppressione di tutti i passaggi a livello (cinque), insistenti nell’ambito della stazione ferroviaria.

Quattro sono stati soppressi, mentre è ancora funzionante il passaggio a livello automatico al km 14+ 185 sulla via Piano Caricatore.

Per la sua soppressione la convenzione con le Ferrovie indica sia la realizzazione di un sottopasso carrabile leggero di collegamento di via Piano Caricatore con viale Masi, sia la realizzazione di un collegamento stradale tra via Rivali San Bartolomeo e la via vecchia provinciale Cotignola, compresa la costruzione del cavalcavia sulla linea Lugo - Granarolo.

La convenzione precisa che la chiusura del passaggio a livello su via Piano Caricatore è subordinata alla realizzazione, a cura e spese del Comune di Lugo, di una sola delle due opere previste.

Il gruppo consiliare Per la Buona Politica sostiene che l’opera da realizzare al più presto, sia quella riguardante la costruzione del sottopasso carrabile fra via Piano Caricatore e viale Masi, unica alternativa possibile per rendere sopportabili i nuovi carichi di traffico che il centro commerciale del Conad andrà a generare, demandando la realizzazione del secondo intervento ad un successivo momento ed alla disponibilità delle risorse finanziarie necessarie.

Il gruppo consiliare Per la Buona Politica chiede pertanto alla Giunta Ranalli di dichiarare pubblicamente le proprie intenzioni in proposito, e di attivarsi con le Ferrovie perché al termine del tempo previsto per costruire e aprire il nuovo centro commerciale Conad la viabilità del quartiere di Lugo Sud possa disporre del sottopasso carrabile leggero su via Piano Caricatore.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento