sabato 1 luglio 2017

Prosa, danza e musica al teatro Rossini

 Le stagioni 2017/2018


Si è svolta la conferenza di presentazione delle stagioni 2017-2018 di prosa, danza e musica del Teatro Rossini di Lugo. sono intervenuti per l’occasione il sindaco di Lugo Davide Ranalli, l’assessora alla Cultura Anna Giulia Gallegati e il vice presidente della Fondazione Teatro Rossini, Domenico Randi.




“Si tratta di un cartellone nel quale abbiamo investito molto ed è forse una delle stagioni più belle mai organizzate al Rossini - ha dichiarato il primo cittadino Davide Ranalli -. Siamo riusciti in questo ultimo anno a tessere una relazione con il Comune di Pesaro, con il quale stiamo lavorando per celebrare degnamente il 2018, anno del 150esimo anniversario della morte di Gioachino Rossini. 

La media di 300 spettatori a serata registrata per le stagioni dello scorso anno ci consegna un apprezzamento di pubblico rilevante sui nostri cartelloni: in ragione di questo, proseguiamo l'investimento sulla cultura. È questa anche l'occasione per ringraziare i pochi, ma motivati dipendenti di questo importante teatro”.

“Il teatro in questi tre anni si è reinventato, raccogliendo la sfida di un pubblico sempre più esigente - ha aggiunto Anna Giulia Gallegati -. Quello di Lugo è un grande teatro che guarda ai teatri nazionali importanti e che riesce a esprimere delle proposte importanti, con un programma che aspira a raggiungere pubblici ben oltre il nostro territorio”.

“Quello che presentiamo oggi è il frutto di un lavoro collettivo - ha sottolineato Domenico Randi -. Siamo un piccolo e agguerrito gruppo che vive e partecipa il teatro con una straordinaria passione che traspare chiaramente anche dai risultati che otteniamo. Un cartellone intrigante che spazia dai diversi generi, dai classici capolavori della drammaturgia alla satira contemporanea. È un cartellone aperto all'innovazione, o meglio un classico che cerca l'innovazione”.

La stagione concertistica conta cinque appuntamenti da dicembre ad aprile e inaugurerà giovedì 21 dicembre con la prestigiosa Filarmonica Arturo Toscanini.

Sei sono invece gli appuntamenti con la prosa, in scena dal 24 novembre fino a marzo 2018. 

Si parte con il grande classico Medea di Euripide, poi la versione teatrale de Il nome della rosa di Umberto Eco, Le Prenom (Cena tra amici) di Matthieu Delaporte e Alexandre de La Patellière, Copenaghen di Michael Frayn, Il mondo non mi deve nulla di Massimo Carlotto, e infine l’Otello di Shakespeare, un altro grande classico per chiudere la stagione.

A fianco degli spettacoli, saranno organizzati “Gli incontri del Rossini”, conversazioni con attori e registi in collaborazione con l'associazione Amici del Teatro Rossini.

Generazione danza 2018 è invece il cartellone degli appuntamenti per gli amanti della sesta arte. Quattro gli appuntamenti, dal 26 gennaio ad aprile, con le compagnie MM Contemporary Dance Company, Spellbound Contemporary Ballet, No Gravity Dance Company e Naturalis Labor.

Durante la conferenza è stato inoltre presentato il nuovo sito web del teatro che, come sottolineato da Domenico Randi, “è stato pensato per essere sempre più vicini al pubblico”.

I biglietti e gli abbonamenti prevedono importanti sconti per gli under 26 e altre agevolazioni. 

L’acquisto è possibile a partire dal 18 novembre tutte le mattine dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 (festivi esclusi), il pomeriggio di spettacolo e quello precedente dalle 15.30 alle 18.30, oppure online sul circuito www.vivaticket.it.

Per ulteriori informazioni, contattare il Teatro Rossini al numero 0545 38542, email info@teatrorossini.it, oppure consultare il sito internet www.teatrorossini.it.




Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento