sabato 1 luglio 2017

Quegli alberi non andavano piantati

Una piazza profondamente difforme dalla sua vera natura di “piazza mercantile”, di spazio pubblico

La Consulta del Centro Storico bocciò a suo tempo la scelta dell’Amministrazione di collocare, all’interno del Pavaglione, 12 alberi di Cercis Siliquastrum comunemente chiamati alberi di “Giuda”.

Nonostante il nostro parere contrario ne sono stati collocati n.9 in vasi interrati nel suolo del piazzale interno al Pavaglione.


Di questi già uno si è seccato e gli altri sono in sofferente agonia con rami spogli, foglie gialle e rami secchi.

In data 22 marzo 2016, su richiesta del Sindaco, la Consulta del Centro Storico si espresse sulla opportunità o meno che piazza Mazzini avesse i previsti alberi .

Il responso della Consulta del Centro Storico, organo consultivo dell’Amministrazione Comunale, composto da tutti i rappresentanti delle forze politiche presenti nel Consiglio Comunale, vale a dire del Partito Democratico, Sel, Per La Buona Politica, Lugo Popolare, Movimento Cinque Stelle e Forza Italia, con parere unanime e condiviso da tutti , fu contrario alla collocazione di alberi nel piazzale interno al Pavaglione (Piazza Mazzini) con le seguenti motivazioni:

1) si andava a rappresentare una piazza Mazzini profondamente difforme dalla sua vera natura di “piazza mercantile”, di spazio pubblico a labile caratterizzazione semiologica ma, in forza di questo, a forte vocazione polifunzionale e non certo di giardino delle meraviglie o incantato.

2) le inadatte caratteristiche dimensionali dei vasi, l’esuberante e rigogliosa vegetazione, l’abbondante fioritura, l’assenza della predisposizione, nel corso dei lavori conclusi da poche settimane, di un pur minimo impianto di irrigazione automatizzato, di un impianto di drenaggio, assenza della predisposizione delle previste buche di alloggiamento delle piante, l’incertezza se non la sicurezza che l’efficacia della soluzione di messa a dimora delle specie arboree in contenitori incassati a filo pavimentazione, la certezza che l’Amministrazione non fosse in grado di accudire con adeguate manutenzioni le piante, ecc. ecc. ………..

Ora dopo avere speso oltre € 42.000,00 per la piantumazione delle alberature, si rende necessario stipulare con un vivaista un rapporto di lavoro per la manutenzione delle otto piante rimaste, al costo annuale di € 6.700 + IVA in quanto l’Amministrazione comunale non è in grado di gestire direttamente il tutto.

Le forze di opposizione che siedono in Consiglio Comunale sono maggioranza nella Consulta del Centro Storico ( Per La Buona Politica, Lugo Popolare, Movimento Cinque Stelle e Forza Italia ) già nel 2016 avevano sollevato la problematica. Fummo lungimiranti nel segnalare che piante arboree messe in vaso in quel contesto non potevano sopravvivere a lungo.

NOI L’AVEVAMO DETTO, ma l’Amministrazione Comunale non ci ha ascoltato e nemmeno si è degnata di rispondere alle nostre osservazioni.

Il Presidente del Centro Storico
Primo Costa


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento