lunedì 17 luglio 2017

Riduzione del servizio del Consultorio familiare

Riceviamo da Claudio Fabbri capogruppo di BellAlfonsine e pubblichiamo

“In queste settimane le donne di Alfonsine hanno dovuto prendere atto di una drastica riduzione del servizio del Consultorio familiare, nell’indifferenza più generale” – afferma Claudio Fabbri, Capogruppo di BellAlfonsine in Consiglio Comunale.


“Abbiamo appreso da alcune nostre concittadine che ad Alfonsine l’Azienda USL della Romagna non è più in grado di garantire presso la struttura pubblica la presenza di un medico ginecologo e di una ostetrica. A partire da qualche settimana” – prosegue Fabbri – “se una Alfonsinese ha necessità di sottoporsi ad una visita o consulenza di un ginecologo deve necessariamente recarsi a Ravenna. Ad Alfonsine resta l’ostetrica solo due mattine a settimana: una mattina dedicata alle gestanti mentre l’altra mattina a tutti gli altri casi”.

Appena appresa la notizia, il Consigliere Comunale di BellAlfonsine ha depositato una interrogazione al Sindaco con la quale chiede informazioni già nella seduta del prossimo Consiglio Comunale che ci sarà il 26 luglio alle 20.30 e comunque sia data risposta scritta.

“E’ un atto doveroso” – conclude Fabbri –“Vogliamo capire per quali motivi l’ASL della Romagna toglie un servizio così importante e questa Amministrazione Comunale, come al solito, quando vengono sottratti diritti e servizi ai cittadini, resta nell’inerzia più totale.”

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento