venerdì 4 agosto 2017

Ancora sugli autovelox

Un nuovo decreto del Ministero Infrastrutture  
di Gianfranco Spadoni

Con il Decreto del ministero delle Infrastrutture n. 282 del 13 giugno 2017 gli organi di polizia e i gestori di strade dovranno rendere perfettamente visibili le postazioni di controllo con autovelox e inoltre, buona parte della segnaletica che preavvisa l’esistenza delle apparecchiature dovrà essere rimossa perché non più rispondente alle nuove direttive.


Oltre alla normale taratura e alla verifica della buona funzionalità degli autovelox, infatti, vi è anche l’obbligo di rendere perfettamente visibili le postazioni fisse con opportuna segnaletica, e, tra l’altro, le nuove disposizioni impongono agli enti interessati, compresa questa Provincia, di smontare i vari cartelli con i quali si segnala la presenza di detti apparecchi dove in realtà non esistono postazioni fisse. 

 In particolare la direttiva del ministro degli Interni Marco Minniti recependo i vari pareri espressi dal ministero delle Infrastrutture, dispone che le segnalazioni con segnali fissi devono interessare unicamente le postazioni automatiche o i vari punti in cui le pattuglie si appostano abitualmente per i controlli in conformità a precisi piani prestabiliti. A differenza, invece, dei controlli occasionali i quali vanno presegnalati con cartellonistica provvisoria da posare sull’asfalto stradale.

Premesso quanto sopra l’ interpellante formula le seguenti richieste:

1) se è stato compiuto un monitoraggio dei vari impianti fissi dislocati sul territorio per verificare la perfetta rispondenza alle nuove disposizioni legislative;

2) di conoscere la frequenza con la quale ogni strumento di controllo della velocità di competenza provinciale, è sottoposto a taratura;

3) di conoscere il dettaglio degli apparecchi fissi in capo all’Amministrazione provinciale e il loro esatto posizionamento;

Gianfranco Spadoni
Consigliere provinciale ”Civici” Ravenna
 


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento