giovedì 3 agosto 2017

Dicesi che faccia caldo....

Le precauzioni da mettere in atto

L'agenzia Regionale di Protezione civile ha diramato un’allerta rossa per temperature estreme e grave disagio bioclimatico, valida per tutta la giornata di giovedì, a causa della permanenza dell’anticiclone africano, che spinge aria calda da sud-ovest, e che da giorni interessa l’Emilia-Romagna.


L'ondata di calore può comportare forti disagi per le categorie a rischio. A far scattare l’indice di pericolosità del fenomeno è la permanenza per il terzo giorno consecutivo di condizioni di scarsa ventilazione, forte umidità (in crescita al pomeriggio e in serata), con temperature minime che restano sopra i 25 gradi; ciò può provocare l’assenza di recupero notturno, il prolungarsi di condizioni di disagio e di stress per l’organismo.

Per i giorni in cui è previsto un rischio elevato di ondate di calore e per le successive 24 o 36 ore si consiglia di seguire queste semplici norme di comportamento per limitare il disagio: non uscire nelle ore più calde (dalle 12 alle 17), soprattutto gli anziani, i bambini molto piccoli, le persone non autosufficienti o convalescenti; in casa, proteggersi dal calore del sole con tende o persiane e mantenere il climatizzatore a 25-28 gradi; bere molta acqua (almeno 2 litri al giorno) a temperatura non eccessivamente bassa, evitare bevande alcoliche, gassate o zuccherate e caffeina; consumare pasti leggeri, preferendo pasta e carboidrati a carne e formaggi fermentati; evitare di consumare cibi troppo caldi; mangiare molta frutta e verdura; indossare abiti e cappelli leggeri e di colore chiaro all'aperto evitando le fibre sintetiche; se è con voi una persona in casa malata, fate attenzione che non sia troppo coperta; usare tende o chiudere le imposte nelle ore più calde; limitare l'uso del forno e dei fornelli, che possono contribuire ad aumentare la temperatura in casa; evitare il flusso diretto di ventilatori o condizionatori e le correnti d´aria; non lasciare mai nessuno, neanche per brevi periodi, in macchine parcheggiate al sole.

Si ricorda che è attivo in caso di necessità il numero verde di emergenza di Polizia municipale e Protezione civile 800 072 825.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento