lunedì 7 agosto 2017

Il Documento Unico di Programmazione di Bagnacavallo

Riceviamo e pubblichiamo


È stato presentato al Consiglio comunale di Bagnacavallo lo schema del Documento Unico di Programmazione (Dup). A introdurlo ai consiglieri è stato il sindaco Eleonora Proni, che ha chiarito l'importanza del documento come strumento che unisce la programmazione e l'operatività degli enti locali.


«Da un lato le riforme del riordino istituzionale in corso e delle politiche di area vasta, come quelle in tema di sanità e turismo, e dall'altro i segnali economici in lieve miglioramento, l'allentamento del patto di stabilità e la riforma del pubblico impiego ci consentono di affrontare la programmazione per il prossimo triennio con maggiori margini di manovra – ha esordito il sindaco Eleonora Proni. - Il nostro principale obiettivo è indirizzare tutte le risorse possibili agli investimenti, sia per opere pubbliche sia per le manutenzioni, perché siamo consapevoli che sono una componente forte dell'economia dei territori.»

Fra i principali investimenti sono stati ricordati i lavori avviati in questi mesi sugli edifici scolastici grazie a risorse statali: l'adeguamento sismico scuole medie di Bagnacavallo per quasi 1.500.000 euro e l'adeguamento alle normative antincendio del polo scolastico di Villanova per 200.000 euro.

Sono poi in partenza i lavori per il rifacimento delle facciate del Municipio e di Palazzo Vecchio (per un importo di 500.000 euro), che prevederanno anche la riorganizzazione degli sportelli al cittadino al piano terra, mentre prenderà il via entro la fine del 2017 la riqualificazione del Teatro Goldoni con il recupero del ridotto, «grazie a una programmazione strategica svolta assieme agli altri comuni dell'Unione della Bassa Romagna che è risultata vincente per l'intercettazione di risorse pubbliche e che applicheremo anche in altri ambiti», ha spiegato il sindaco.

L'acquisizione dell'area di via Redino consentirà la messa in sicurezza dal punto di vista idraulico della zona sud ovest di Bagnacavallo; i lavori saranno realizzati in collaborazione con Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale ed Hera. Altre opere che prenderanno avvio nei prossimi mesi sono l'adeguamento dell'edificio di via Stradello, sede del magazzino della Protezione Civile, finanziato completamente con un contributo regionale di 73.000 euro, e l'adeguamento sismico del Palazzetto dello Sport, finanziato in gran parte da un contributo statale per quasi un milione di euro.

Per quanto riguarda le manutenzioni, è iniziato da via Mazzini il programma di asfaltature che, grazie a uno stanziamento di oltre 900.000 euro nel triennio, «consentirà di avere una manutenzione della viabilità all'altezza delle necessità del territorio». È poi in programma per i prossimi giorni l'avvio degli interventi sull'illuminazione delle vie Garibaldi e Farini, che uniscono un tema di sicurezza alla valorizzazione delle nuove attività commerciali che hanno aperto nella zona.

Attenzione è stata posta anche alle opere non direttamente in capo al Comune, ma che hanno una rilevanza strategica per il territorio, come l'adeguamento sismico dei ponti sui fiumi Lamone e Senio e la realizzazione dello svincolo della A14 Dir in località Borgo Stecchi, per la quale Regione e Provincia hanno stanziato le risorse e si è ora in attesa della firma della convenzione per procedere con la progettazione definitiva. Sui lavori per il superamento del passaggio a livello sulla Naviglio il sindaco Eleonora Proni ha comunicato al Consiglio che il Comune «ha ribadito con una nota inviata in questi giorni a Rfi l'importanza di rispettare il cronoprogramma, che prevede la conclusione della progettazione definitiva entro l'anno».

Prevedendo di reperire risorse esterne attraverso bandi europei o altre possibilità di finanziamento specifiche si è messa a punto poi una programmazione aggiuntiva in cui figurano, ad esempio, la ristrutturazione della casa del custode del Museo delle Cappuccine, le piste ciclabili lungo la via Naviglio Superiore e la provinciale Rossetta e il percorso ciclo-naturalistico sul fiume Senio, la ristrutturazione della casa colonica del Podere Pantaleone.

Agli investimenti si affiancano politiche di servizi alle aziende e alle persone, che vanno dalla necessaria revisione degli strumenti urbanistici che si sta concludendo nell'ambito dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna al mantenimento della qualità dei servizi alla persona, fino a progetti che riguardano l'incontro con le nuove generazioni in ambito europeo.

«Filo conduttore di queste azioni è l'impegno di tenere unita la comunità, cercando di farla crescere e facendo sentire costante la vicinanza delle istituzioni» ha chiarito il sindaco Proni. «In questa direzione vanno anche le scelte di investimento in democrazia e trasparenza fatte dalla nostra Amministrazione, perché per avvicinare cittadini e istituzioni occorre raccontare a tutti quello che viene fatto e quali sono le idee che vi sottendono. Per questo abbiamo deciso di affiancare agli utilissimi strumenti digitali (sito, pagine Facebook e Flickr, newsletter) una nuova edizione del Notiziario comunale, dove trovano spazio anche le voci di tutti i gruppi consiliari.»

«Il nostro obiettivo è accorciare il più possibile i tempi di approvazione degli strumenti di programmazione, per essere in grado di avere le carte in regola per realizzare le opere ed erogare i servizi» ha concluso il sindaco. Entro il 30 settembre i consiglieri potranno presentare i propri emendamenti al Dup, che tornerà poi in Consiglio comunale per l'approvazione entro la fine dell'anno.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento