sabato 5 agosto 2017

Il Ferrara Buskers festival

Lunedì 21 agosto arriva il festival internazionale dedicato ai musicisti di strada 


Il Ferrara Buskers Festival arriva a Lugo lunedì 21 agosto. La rassegna internazionale del musicista di strada è attesa per le strade del centro a partire dalle 21 con cento artisti provenienti da tutto il mondo.



La città a cui si ispira questa edizione è New York: gli artisti selezionati quest’anno si sono tutti esibiti nella Grande mela o hanno comunque un forte legame artistico con essa. Si tratta della trentesima edizione della kermesse, che per il quinto anno consecutivo - da quando il Festival si è trasformato in un “tour” - fa anche tappa a Lugo.

La tappa lughese del Ferrara Buskers Festival è stata presentata al Salone estense della Rocca di Lugo. sono intervenuti per l’occasione: Davide Ranalli, sindaco di Lugo; Anna Giulia Gallegati, assessora alla Cultura del Comune di Lugo; Pasquale Montalti, assessore alla Promozione urbana del Comune di Lugo; Stefano Bottoni, presidente dell’associazione Ferrara Buskers Festival e direttore artistico.

“Ferrara e Lugo hanno un legame antico e profondo - ha dichiarato Pasquale Montalti -. Lugo è cresciuta e si è sviluppata anche sotto l’influenza estense e oggi con questa iniziativa le due città si aprono a nuove contaminazioni culturali”.

“Questo evento consente a giovani artisti di esprimersi e al contempo valorizzare e far conoscere la città”, ha aggiunto Anna Giulia Gallegati.

“Lugo rappresenta una boccata di ossigeno nel contesto di un evento che per la sua portata è inevitabilmente frenetico - ha rivelato Stefano Bottoni -. Siamo felici di tornare qua per il quinto anno consecutivo. Proprio dal Washington Square Park di New York partì l’idea di portare nella città estense il festival dedicato alla musica di strada e dopo trent’anni oggi questo Festival è un marchio”.

“Sono appena terminati i Mercoledì sotto le stelle, che ci hanno confermato quanto i lughesi desiderino vivere la propria città e vederla animata - ha dichiarato il sindaco Davide Ranalli -. Il gradito ritorno dei Buskers è un evento importante, sia sotto il profilo culturale, sia per l’intrattenimento: tutti gli anni questo appuntamento ha saputo catalizzare l’interesse di un ampio e variegato pubblico, con numerosi visitatori anche da fuori, come dimostrano le prenotazioni alberghiere. 

Quest’anno come Amministrazione ci siamo impegnati nella ricerca di nuovi sponsor, in seguito all’abbandono del principale sostenitore che ci aveva accompagnato gli scorsi anni: ringraziamo tutte le realtà che hanno deciso di credere in questo progetto e renderlo possibile”.

Sono venti le postazioni per gli altrettanti gruppi e artisti protagonisti. In largo Relencini c’è il gruppo Mamihlapinatapai che porterà in Italia la sua musica frutto di diverse ispirazioni, dal raggae, al jazz, passando per le melodie balcaniche e il flamenco. I suoni energici degli Zap saranno invece protagonisti nel tratto iniziale di corso Matteotti. Il gruppo è nato a Berlino dall’incontro tra due australiani e un greco. In corso Matteotti 16 spazio invece ai tedeschi Windspiel, gruppo folk che si esprime a ritmo di vivaci canzoni irlandesi, tradizionali pezzi latino-americani e brani originali.

In piazza Baracca risuonerà il blues del danese Jake Green, cantante e chitarrista. Doppia postazione in piazza dei Martiri: davanti al monumento di Francesco Piccinini balli e musica con il gruppo Africa Djembè Kaloba, mentre dal monumento dedicato ad Andrea Costa spazio a Frog & Henry, band formatasi a New Orleans che propone ad ogni appuntamento uno spettacolo inedito.

In largo della Repubblica arrivano i No Funny Stuff, gruppo italo-americano che accompagna le sue esibizioni con bizzarri strumenti fatti in casa. Tanti gli appuntamenti anche sotto al Pavaglione, dove si esibiranno gli Streetlovers, Claudio Niniano, Ronja e Adoc’ Quartet. Il primo è un duo acustico formato da Luca Battistini (voce, chitarra acustica, lap steel) e Francesco Luongo (chitarra acustica, ukulele e cori) con musica che spazia dal soul al pop, dal country al blues. 

Claudio Niniano è un artista italiano che da sempre viaggia accompagnato dalla sua chitarra acustica e propone un repertorio fatto di pop, folk, country, jazz e blues. Chiudono gli appuntamenti sotto al Pavaglione Ronja*, che si esibirà con un’eclettica band di musicisti provenienti da tutto il mondo, e l’Adoc’ Quartet, quartetto formatosi proprio grazie al Ferrara Buskers Festival.

In piazza Cavour è invece in programma la musica jazz, balcanica e swing di The Underscore Orkestra. Piazza Trisi ospita Maylin & The Mad Machine, che mescola le melodie della musica americana e i ritmi ascoltati in giro per il mondo, e Blouzouki, band internazionale con canzoni che si ispirano a diversi generi. In largo Carlderoni ecco Watchme, che propone rock, pop e rap in stile ungherese, mentre in via Baracca ci sono il duo acustico sudafricano Qadasi & Maqhinga, che porta in Italia i ritmi e le melodie della musica Maskandi, e la street band britannica The Red Boot Band i cui componenti sono vestiti sempre di rosso, nero e oro. E ancora, la musica swing, rock e folk dei Norton Money e gli spagnoli de La Familia Flotante, con la loro originale combinazione di stili musicali differenti e le canzoni interpretate in lingue diverse, in corso Garibaldi e il gruppo francese Gunshot in via Codazzi.

Non mancherà inoltre il cibo con il menù buskers e lo street food, dalle 19 a mezzanotte. Per lo shopping, invece, sarà presente un mercatino artigianale lungo le vie del centro.

In occasione dell’evento, la viabilità subirà alcune temporanee modifiche, in vigore dalle 18.30 alle 2 del giorno successivo. Saranno istituiti il divieto di circolazione e sosta con rimozione forzata in largo Relencini, largo Calderoni, largo Baruzzi, piazza Dei Martiri, piazza Cavour; largo del Tricolore (solo lato Rocca con esclusione degli stalli per invalidi), via Baracca (da via Codazzi a viale Orsini) corso Garibaldi (dalle vie Biancoli-Sassoli a piazza Trisi), corso Matteotti (da via Pisacane a piazza Baracca), via Codazzi (da corso Garibaldi a via Baracca), via F.lli Cortesi (solo divieto di circolazione veicolare). In via Compagnoni sarà istituito divieto di accesso da via Emaldi a corso Garibaldi. In piazza Baracca e piazza Trisi i divieti di sosta e circolazione saranno in vigore dalle 16.30.

L’evento è organizzato dal Comune di Lugo, in collaborazione con il Consorzio AnimaLugo e con il contributo dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Cna Ravenna, Confartigianato, Confesercenti, Confcommercio Ascom Lugo, Gef, Coop e consorzio Astra servizi ambientali.

Per informazioni scrivere a lugocittamercato@comune.lugo.ra.it o visitare il sito www.vivilugo.it o la pagina Facebook “Vivilugo”. 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento