lunedì 28 agosto 2017

Il Trofeo Oremplast di tennis a Massa Lombarda

Entra nella sua fase più "calda"


Sta tenendo banco da una settimana ed ora è entrato nella sua fase più calda il 14° Trofeo Oremplast, torneo Open maschile con montepremi di 8000 euro che ha preso il via lunedì 21 agosto sui campi del Circolo Tennis Massa Lombarda (la conclusione è prevista per domenica 3 settembre).



Si è partiti, come da regolamento con il primo tabellone riservato ai 4ª categoria, che ha visto tra i quattro “promossi” alla sezione successiva anche il giovane 4.1 locale Nicola Gualanduzzi, poi capace anche di un bel ‘positivo’ ai danni del 3.5 Stefano Monti nel tabellone dei 3ª categoria, dove si è messo in evidenza anche un altro ragazzo dell’agonistica del Ct Massa Lombarda (responsabile il maestro Ronnj Capra), l’under 16 Federico Raimondi (classificato 3.4), che ha sconfitto il 3.3 Alessandro Caravita lottando poi tre set con il 3.2 Daniel Dario Capponi. 

Questa fase della competizione ha determinato sette giocatori ammessi al tabellone finale, con iscritti ben 65 seconda categoria (il totale dei partecipanti è di 111, numero bloccato a un certo punto dagli organizzatori per poter gestire il torneo nei tempi previsti).

Tra i numerosi appassionati che affollano il club di via Fornace di Sopra c’è attesa per vedere all’opera il 15enne azzurrino Lorenzo Rottoli, con classifica 2.5, e Alessio De Bernardis (2.6), perugino classe 2000, che saranno poi protagonisti del campionato di serie A1 da metà ottobre con i colori del Ct Massa Lombarda (in questi giorni Thomas Fabbiano, Stefano Travaglia e lo spagnolo Adrian Menendez Maceiras sono impegnati nel tabellone principale degli US Open, dove nelle qualificazioni si è invece fermato Stefano Napolitano). Non avranno un compito facile i due ‘padroni di casa’ considerando lo spessore tecnico della competizione, diretta dal giudice arbitro Roberto Montesi (assistito dai colleghi Manuela Mazzolani e Sergio Zoli), che ancora una volta ha poco da invidiare a una tappa del circuito internazionale. 

La prima testa di serie è infatti il 2.1 siciliano Omar Giacalone (Ct Palermo), numero 557 del ranking mondiale, vincitore della passata edizione del Trofeo Oremplast, seguito nel seeding dal 2.1 toscano Daniele Capecchi (Ct Firenze) e dall’altro 2.1 Matteo Fago (Tc Parioli Roma), con il rango di quarto favorito attribuito all’emiliano Filippo Leonardi (2.2, Sporting Club Sassuolo), attualmente numero 819 della classifica Atp. Completano il quadro delle prime otto teste di serie, nell’ordine, i 2.2 Luca Pancaldi (Ct Bologna), Davide Della Tommasina (Sporting Club Sassuolo), Antonio Campo (Tc Palermo 2) e Marco Viola (Ct Firenze), ma ambiscono a recitare un ruolo importante anche gli altri 2.2 Jacopo Marchegiani (Ct Reggio Emilia), Giulio Torroni (Torres Tennis) e Andrea Patracchini (Sc Montecatini). Senza trascurare, naturalmente, il 2.3 Lorenzo Brunetti (Ct Cesena), grande rivelazione dello scorso anno quando raggiunse la finale con alcuni “scalpi” eccellenti o altri romagnoli come Alessandro Dragoni (2.3, La Meridiana Modena) e i giovani emergenti Manuel Mazza e Filippo Bronzetti, entrambi 2.4 del Tennis Viserba, Roberto Zanchini (Tennis Faenza) o il cattolichino Filippo Stramigioli (Ct Montecchio), allievo di Giorgio Galimberti alla San Marino Tennis Academy.

Un’entry list che conferma, una volta di più, come questo torneo (quella 2017 è l’edizione numero 24) è ormai un punto fermo nel calendario, appuntamento di eccellenza in regione e in assoluto tra i migliori Open della Penisola, grazie anche alla collaborazione con l’azienda massese che ha deciso di sposare in pieno il progetto sportivo del circolo della sua città: “essere partner significa guardare insieme nella stessa direzione”, la filosofia della famiglia Pagani, che da ormai quindici anni trova applicazione concreta in questo binomio che ha reso il Circolo Tennis Massa Lombarda un punto di riferimento per l’intero territorio della Bassa Romagna e non solo.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento